Indiscrezioni. Giuseppe Tornatore, fotografie: prorogata la mostra al Candiani di Mestre

Deep Focus

[img_assist|nid=21876|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Mestre (VE) - Visto il buon successo di pubblico, sarà  prorogata fino al 15 novembre al Centro Culturale Candiani la mostra  Indicrezioni. Giuseppe Tornatore, fotografie, dedicata all’attività di Tornatore fotografo che ha aperto la 66ˆ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con il suo nuovo film Baarìa ora candidato per l’Italia al Premio Oscar.

La mostra  - promossa dal Centro Culturale Candiani e da Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia in occasione della 66^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, con il patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana, in collaborazione con Cassa Di Risparmio di Venezia e con il contributo di Studio Grafico Sumo – è la prima grande antologica dell’opera fotografica del regista, che attraversa tutta la sua carriera con immagini estremamente espressive ed emozionanti che fanno vivere nel quotidiano lo stretto e indissolubile rapporto tra fotografia e cinema.

Immagini girate per il mondo: la Sicilia e Bagheria, Tokyo e New York, Mosca e Città del Capo, la Cina e il Sud Africa, la Russia e la Siberia. Oltre 100 gli scatti, selezionati dal suo archivio, che ci accompagnano nel conoscere la sua visione che muove dalle still pictures per pervenire al moving pictures.

Le fotografie di Tornatore rappresentano l'occasione di scoprire un nuovo aspetto artistico del noto regista italiano: dalle sue prime ricerche giovanili, ma che già manifestano una particolare sensibilità e attenzione nel cogliere furtivamente le emozioni del vivere quotidiano di personaggi e luoghi della propria città, Bagheria, alle più mature visioni che riporta dal suo viaggio in Siberia, voluto da Alberto Meomartini, presidente dell'Italgas, nella cittadina di  Novij Urengoi, per raccontare la storia di un agglomerato urbano nato intorno agli anni Ottanta, grazie alla scoperta di oltre 6000 miliardi di metri cubi di riserve di gas naturale. Tante altre immagini scattate in giro per il mondo, fotografie di Mosca, della Cina, del Marocco, della Tunisia, del Sudafrica e degli Stati Uniti, in un viaggio a ritroso nel tempo, - come egli stesso dice – verso quella stagione della mia vita  spesa ad andare in giro a rubare immagini con la mia indimenticata Rolleicord. Anni di pedinamenti e appostamenti, anni che mi hanno insegnato ad osservare la gente, a studiarne le espressioni e i movimenti, sino a prevenirne quasi le azioni, sino all'illusione di condizionarne il comportamento. Anni in cui ho scoperto che se fotografi uno sconosciuto, nell'istante stesso in cui fai scattare l'otturatore, quella persona smette di esserti estranea, perché la porterai sempre con te.

 

Dal 4 settembre al 15 novembre  2009

Sala espositiva secondo piano del Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani, 7 - Mestre (VE)

Indiscrezioni. Giuseppe Tornatore, fotografie

A cura di Giuseppe Tornatore e Monica Maffioli

Vernissage: giovedì 3 settembre, ore 18, su invito

Orario: da lunedì a venerdì 15.30 – 19.30; sabato e festivi 10.30 – 12.30 e 15.30 – 19.30

 

Ingresso libero

Info: tel. 041.2386111

candiani@comune.venezia.it

www.centroculturalecandiani.it