Inland archiv: la Svizzera in giro per l’Italia di Erich Busslinger a Venezia

VideoArt

[img_assist|nid=5237|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]VENEZIA - La mostra Inland Archiv ideata e prodotta da Erich Busslinger nel 2004,  per definizione dell’autore, apre una finestra audiovisiva che offre vedute su realtà attuali della Svizzera. Seguendo il principio della casualità, le immagini della video installazione si mescolano vorticosamente, combinando il materiale di 258 videoclips in ritratti sempre nuovi e sorprendenti.

Dopo la presentazione dell’opera alla Mostra Internazionale Invideo l’autunno scorso, Inland Archiv diventa, dal 2007, un’installazione interattiva dal titolo La Svizzera in giro per l’Italia che tocca varie città italiane. Dopo Trieste, in occasione di Alpe Adria Cinema, e Roma, la mostra fa tappa, dal 29 marzo al 19 maggio 2007, all'ISR – Spazio Culturale Svizzero di Venezia.

La video installazione Inland Archiv, che significa archivio del territorio nazionale, riunisce una sequenza di alcune centinaia di immagini che, nel suo farsi dinamico e interattivo, ottiene una visione d’insieme della Svizzera, che evidenzia le dicotomie e le differenze sociali, culturali e linguistiche elvetiche.
Inland Archiv è un work in progress ed è nato nel momento in cui l’artista, tornato da un lungo soggiorno in Russia, ha visto il proprio paese con occhi nuovi e quasi estraniati. Ha così cominciato a filmare per anni, dal 1999, la Svizzera nei suoi vari aspetti, osservando con riprese lunghe e meditative i rituali di ogni giorno ma anche i cambiamenti sociali, realizzando un ritratto non convenzionale di questo paese, una sorta di fenomenologia della vita quotidiana elvetica in video.

Nello stesso tempo, afferma Busslinger, il viaggio nel mio paese è diventato un viaggio verso la mia origine. L’autore dice di non aver voluto trovare le immagini tipiche ma, semmai, quelle[img_assist|nid=5238|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=479] irritanti e stridenti. Ne emerge il conflitto fra lo spazio urbano e le dimensioni rurali, il confronto fra le zone industriali e i parchi naturali, come pure la dimensione del folklore e dei fenomeni di solitudine.
La mostra è un invito a vedere a guardare al di là di ciò che si vede: il video non soggiace agli stereotipi delle cartoline romantiche della Svizzera. E attraverso la video installazione di Busslinger, la fisionomia della Svizzera appare estremamente complessa e contradditoria: sul retro della cartolina lucida con lo chalet, i gerani, le mucche e le cime innevate, c’è una cultura molto più articolata e ricca, molto più problematica e dolorante.

Erich Busslinger (Baden, 1949), ha fatto degli studi di pedagogia dell’arte alla Scuola di Arte e Design di Lucerna. Ha poi studiato etnologia e storia dell’arte all’Università di Zurigo e ha cominciato a realizzare opere alla fine degli anni Settanta. E’ stato ricercatore in residenza alla Cité Internationale des Arts a Parigi, dove ha conosciuto Nam June Paik: un incontro che lo ha stimolato a lavorare coi media elettronici. Dagli anni Ottanta è stato artista residente a Firenze, Ginevra, ancora Parigi e Mosca. Nel 1983 si è trasferito a Basilea; attualmente vive, sempre in Svizzera, a Mellingen.

Dopo Venezia, l’installazione verrà presentata a Lucca (dal 30 settembre al 28 ottobre) e al Centro Culturale Svizzero di Milano (dal 9 novembre al 15 dicembre).

[img_assist|nid=5239|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=492]Dal 29 marzo al 19 maggio 2007

ISR – Spazio Culturale Svizzero di Venezia

Campo S. Agnese, Dorsoduro 810 - VENEZIA

Erich Busslinger: Inland archiv
La Svizzera in giro per l’Italia

Video installazione

Vernissage: mercoledì 28 marzo 2007, ore 18.00

Intervengono: Erich Busslinger e Domenico Lucchini
 

Orario: lunedì-venerdì 11.00-13.00/15.00-18.00, sabato 14.00-18.00, chiuso domenica
 

Info: tel. 0412411810

venezia@istitutosvizzero.it