L’urlo civile di Nanni al Chiostro di S.Francesco martedì 17 luglio

ConSequenze

PORDENONE - Martedì 17 luglio grande serata al convento di San Francesco per Filmakers al Chiostro con gli autori a presentare al pubblico le proprie opere.

Si partirà con Cosa hai visto? di Fabio Padovan. Un cortometraggio di 18 minuti dove una ragazza di nome Erika viene violentata di notte, da uno sconosciuto, tra le rovine di un vecchio teatro abbandonato. Ivan, un giovane che si trova a passare da quelle parti, la soccorre e la porta a casa sua, dove tenta di convincere Erika a denunciare alla polizia il nome del suo aggressore... Padovan, nato a Moncalieri, nel 2004 ha partecipato ad Anteprima Spazio Torino con il suo primo cortometraggio, Rough Cuts – Scarti di pellicola, con questo corto ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali.
Seguirà poi l’attesa anteprima di La giornata di Eva di Clara Salgado, la giovane regista pordenonese di origini equadoregne presente alla proiezione. Il film racconta in maniera delicata e sensibile di una figura femminile complessa dal punto di vista soggettivo. La direzione della fotografia è stata curata da Luca Coassin e le musiche da Teho Teardo. Il suo primo lavoro Sottopelle è tuttora inedito al pubblico.
La serata si concluderà con un’anteprima succulenta: Qualcosa di sinistra di Wolfgang Achtner
Ovvero le confessioni del regista/attore Nanni Moretti che ci parla in prima persona del suo rapporto con la politica. E’ durata 5 anni la lavorazione del documentario di Wolfgang Achtner, Qualcosa di Sinistra. Nel corso di questi anni, Achtner ha stabilito un rapporto di fiducia con Moretti ed è stato l'unico estraneo alla produzione invitato a girare sul set chiuso de Il Caimano. E così, il documentario include una sezione inedita ed esclusiva di Moretti al lavoro sul set del suo ultimo film, nel quale spicca una delle scene in cui il regista/attore impersona Il Caimano, l'ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.
Un'intervista-conversazione effettuata nell'ufficio di Moretti alla Sacher Film costituisce la struttura portante del film, che è impreziosita dalle immagini del cosiddetto "backstage". Queste sequenze includono memorabilia, foto, la sua collezione di modellini della Vespa e anche una visita nelle "segrete" della Sacher, nella cantina dove il regista romano monta le sue opere e conserva le pizze di tutti i suoi film. Parlando dei suoi film, Moretti spiega che non ha mai esitato a criticare e a prendere in giro – anche ferocemente - il suo mondo politico: in Ecce Bombo, il dogmatismo e certi vezzi dei giovani dei gruppi della Sinistra extraparlamentare degli anni 70, di cui egli stesso ha fatto parte, in Palombella Rossa e Aprile, i dirigenti e le politiche del PCI. Il documentario include alcune scene dei film di Moretti - di cui viene mostrata una selezione importante di tutta la filmografia, da La sconfitta a Il Caimano - che sono diventate “da cult” per diverse generazioni di fan e che lo hanno reso uno dei registi italiani più amati negli ultimi trent’anni. Il film include immagini spettacolari girate durante le principali manifestazioni del cosiddetto “movimento dei girotondi”, il movimento di opposizione popolare guidato da Nanni Moretti, sorto in Italia nell’inverno del 2002, per difendere la Costituzione, i fondamenti della democrazia e dello stato di diritto. Achtner è - di fatto – il “biografo” ufficiale del movimento e ha seguito da vicino Moretti per oltre due anni, filmandolo in azione durante tutte le manifestazioni politiche alle quali ha preso parte, a partire dalla storica manifestazione in Piazza Navona, il 2 febbraio 2002. Quella sera, il regista lanciò il suo “urlo” contro i leader dell’Ulivo, accusati di non gestire un'opposizione efficace contro il governo di centrodestra, condotto da Silvio Berlusconi. «Con questi leader», disse Moretti, «non vinceremo mai». Naturalmente Wolfgang Achtner sarà presente alla proiezione e dialogherà con il pubblico.