La Fondazione Emilio e Annabianca Vedova in un incontro al Candiani di Mestre

InConTri
Mestre (VE) - Appuntamento, venerdì 16 ottobre alle ore 17.30 al Centro Culturale Candiani, per l’incontro dedicato alla Fondazione Emilio e Annabianca Vedova organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici dei Musei e Monumenti Veneziani.
Il Magazzino del Sale primo di nove saloni cinquecenteschi situato alle Zattere, luogo particolarmente caro a Emilio Vedova, ospita il “Museo” Vedova.
Realizzato dall’architetto Renzo Piano, sostenitore della necessità della leggerezza in architettura, il museo è un luogo “leggero” che estremizza ed esalta le spinte, le tensioni e le invasioni del Maestro nello spazio architettonico (gli Absurdes Berliner Tagebuch, i plurimi, i dischi, i binari) attraverso il movimento delle opere stesse.
Il progetto dinamico, sviluppato e diretto da Maurizio Milan con la collaborazione di Alessandro Traldi, Metalsistem e Iccem, realizza un sistema meccanico-robotico di alta tecnologia (quasi una “Machina” leonardesca) che strappa le opere alla fissità dei muri.
Grazie all’utilizzo di elementi immateriali, come la trasparenza, la leggerezza e la vibrazione della luce, lo spazio risulta così “immaterialmente” riempito dalla sottile “machina” delle opere di Vedova ed è per questo, forse, che il Maestro veneziano vede in Piano l’interprete per lui ideale.
Per Vedova, in fondo, Piano dipinge lo spazio, anzi lo determina e lo domina con i volumi che progetta e costruisce. Il dominio dello spazio è stato sempre per Vedova un sogno e un obiettivo: per un verso cerca di catturarlo nel movimento inesausto delle sue opere, per altro verso vi si protende con i suoi Plurimi in una dialettica continua, anzi in un dilemma quasi irrisolto, un ossimoro, vorrei dire, tra uno spazio da imprigionare e uno spazio in cui perennemente immergersi.
Partecipano all’incontro Alfredo Bianchini, Maurizio Milan,  Alessandro Traldi e Fabrizio Gazzarri.

Venerdì 16 ottobre 2009, ore 17:30

Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani, 7 - Mestre (VE)
 
Fondazione Emilio e Annabianca Vedova

Intervengono Alfredo Bianchini, Maurizio Milan,  Alessandro Traldi e Fabrizio Gazzarr

Ingresso libero

Info: tel. 0412386111