La leggendaria chitarra dei Genesis Steve Hackett nel weekend a Schio e a Pordenone

ConCerti

[img_assist|nid=18732|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Torna il leggendario ex chitarrista dei Genesis per due date nel Nordest della penisola: venerdì 13 marzo Steve Hackett si esibirà assieme alla sua band al Teatro Astra di Schio, mentre il giorno successivo, sabato 14 marzo farà vibrare le corde della sua chitarra al Deposito Giordani di Pordenone. Nella sua dimensione live Steve ripercorrendo le tappe fondamentali della propria carriera conduce il pubblico in un viaggio straordinario attraverso svariati generi musicali, il cui unico trait d’union è rappresentato dal suono unico e originale della sua sei corde.

Chitarrista e compositore, Hackett è considerato uno dei musicisti più innovativi sulla scena prog rock britannica. Dopo aver contribuito al successo dei primi Genesis con uno stile sofisticato ed elegante, ormai divenuto il suo marchio di fabbrica, ha nel corso degli anni consolidato il proprio successo a livello internazionale sia come compositore classico, sia come chitarrista rock e autore. Ora continua il suo viaggio di esplorazione in tutto l'universo musicale, da Bach al prog rock, all'insegna di una musicalità e creatività uniche.

Steve Hackett è stato lead guitar dei Genesis nella formazione classica assieme a Peter Gabriel, Phil Collins, Tony Banks e Mike Rutherford, con i quali ha prodotto capolavori come Nursery Cryme, Foxtrot, Selling England by the Pound e The Lamb Lies Down on Broadway. La chitarra di Steve ha marchiato a chiare lettere di fuoco alcuni dei momenti più memorabili, dalla sensibilità del suono acustico di Horizons e Blood on the Rooftops al rock spettacolare degli assolo di Firth of Fifth e Fountain of Salmacis.

Dopo l’ultima incisione in studio con il gruppo capitanato da Phil Collins, Wind & Wuthering, siamo nel 1977, ha intrapreso la carriera solista attraverso la quale ha avuto la possibilità di affinare il suo stile, proiettando il proprio orizzonte musicale oltre il limes del canonico virtuosismo a volte melenso e baroccamente fine a se stesso imposto dal  prog rock, iniziando a spaziare tra jazz, blues world music e non ultimo la musica elettronica.

La sua fama di chitarrista virtuoso si consolida negli anni ‘80 con l’hit single Cell 151 e con Steve Howe nel progetto GTR che ottiene grande successo soprattutto in America. Gli Eighties vedono altresì Steve collaborare con rinomati musicisti come Paul Carrack, Bonny Tyler, John Wetton e Brian May. Negli anni Novanta Steve torna a rivisitare le proprie radici e il proprio passato con l’album Genesis Revisited e con Blues with a Feeling,[img_assist|nid=18733|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=474] mentre allo stesso tempo continua a sfidare i propri orizzonti con un incredibile ed eclettico mix di suoni, generi e un senso dell’esotico che continua ad affascinare i suoi molti seguaci sino ad oggi. I raffinati album recenti possiedono una potente dinamica, dagli spettacolari ed efficaci Darktown e Wild Orchids al variopinto viaggio attraverso il tempo e lo spazio di To Watch the Storms. Notevoli pure gli albums che lo vedono cimentarsi con brani classici da Bach a Satie, le composizioni con la chitarra acustica e l’ambizioso album per chitarra e orchestra A Midsummer Night’s Dream, registrato con la Royal Philarmonic Otchestra.

 

Venerdì 13 marzo 2009, ore 21.00

Teatro Astra, via Battaglione Val Leogra, 46 - Schio (VI)

Sabato 14 marzo 2009, ore: 22:00

Deposito Giordani Naonian City Hall, via Prasecco, 13 - PORDENONE

Biglietti: 30 euro + dir. prev.

 

Steve Hackett Electric Band in concerto

 

Info concerto Schio: SchioLife

tel. 0445570500

info@schiolife.com

www.schiolife.com

 

Info concerto Pordenone: Virusconcerti

Tel. 043429001

info@virusconcerti.it

www.virusconcerti.it