La Mussolina. I fuochi di una donna, le ceneri di un regime

Venerdì 17 dicembre 2010,  ore 16.30

Presentazione del libro La Mussolina. I fuochi di una donna, le ceneri di un regime di Umberto Dinelli che sarà presente in sala con Edoardo Pittalis

A seguire proiezione di Vincere di Marco Bellocchio introdotto da Giancarlo Beltrame

Appuntamento, venerdì 17 dicembre alle ore 16.30 al centro Culturale Candiani,  per la  presentazione del libro La Mussolina. I fuochi di una donna, le ceneri di un regime di Umberto Dinelli che sarà presente in sala con Edoardo Pittalis. A seguire proiezione di Vincere di Marco Bellocchio introdotto da Giancarlo Beltrame
All’inizio del violento Novecento, colui che diventerà il Duce aggiunge, al novero delle sue amanti, un’affascinante, istruita e caparbia trentina: Ida Dalser (1880-Venezia 1937). È il primo atto di una storia che finirà in tragedia. I due, nell’autunno del 1915, pare che contraggano matrimonio in chiesa. Ida, l’11 novembre 1915, dà alla luce Benito Albino (Benitino) ma Mussolini (già unito a Rachele), una volta salito al potere, vuole disfarsi definitivamente di  Ida, che separerà dal figlio e farà internare in manicomio.
Lo psichiatra Umberto Dinelli - dopo aver esaminato i diari di Ida, e aver analizzato le cartelle cliniche - ci fa ascoltare l’urlo straziante di una madre a cui è stato strappato il figlio con la meschina complicità di funzionari ministeriali, forze dell’ordine, prefetti, psichiatri e suore. “Sistemata” la madre, al figlio “ci penserà” ancora il padre (Mussolini), con suoi accoliti, facendolo sparire nel 1935 in un manicomio, quello di Limbiate, dove dopo sette anni di “reclusione” finirà i suoi giorni.
Tra tanta abominevole crudeltà, emerge la figura della madre che, pagina dopo pagina, si fa titanica, addirittura oracolare quando annota: “Va là duce che sei un pover’uomo”. Con Ida Dalser – scrive Dinelli – resta aperto un enorme debito di verità. E quando i morti parlano, i vivi debbono ascoltare”.

Scheda Evento

Location:
Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani 7 - Mestre (VE)