La notte horror dei cortometraggi a FilmMakers al Chiostro

ConSequenze
[img_assist|nid=21818|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE - Martedì 21 luglio, a partire dalle ore 21.15, FilmMakers al Chiostro, il festival organizzato dalla Mediateca Pordenone di Cinemazero che intende dare spazio e visibilità a cineasti emergenti, rinnova l’appuntamento “pauroso” con la notte horror. Una serata completamente dedicata agli appassionati del genere che vedrà sullo schermo le immagini di, fra gli altri, Gas Station El coyote di Edo Tagliavini; Nostalgico Avvenire di Emanuele Policante e Vieri Brini; 32 di Michele Pastrello, primo premio al PesarHorrorFest 2008, Il cuore rivelatore della 4^C del Liceo scientifico Grigoletti di Pordenone e ClanDeadStini del gruppo Fart Filmers di Portogruaro. Sempre al Chiostro dell’ex Convento San Francesco la serata ospiterà i rappresentanti del PesarHorrorFest di Pesaro, il principale festival letterario e cinematografico destinato al genere thriller-horror. La serata del 21 luglio si aprirà con l’incontro coi rappresentanti del PesarHorrorFest di Pesaro: il festival organizzato dal Cineclub Shining è la principale manifestazione letteraria e cinematografica destinata al genere thriller-horror in Italia. Fondato nel 2004 nella città di Pesaro, è, da un lato, attento a riscoprire con retrospettive grandi cineasti del presente o del passato dediti al genere e, dall'altro, attento alla nuova realtà indipendente italiana. A seguire le proiezione da brivido di Gas Station “El coyote” di Edo Tagliavini; Nostalgico Avvenire di Emanuele Policante e Vieri Brini, inquietante visione di un controllo demografico per “un’auspicabile” pulizia etnica; 32 di Michele Pastrello, primo premio al PesarHorrorFest 2008, che affronta il delicato tema della natura in Italia ed è stato l'unico corto selezionato per il NoirFest di Courmayeur 2008; ClanDeadStini del gruppo Fart Filmers di Portogruaro, finto documentario, con elementi della fiction, che tratta il tema dell’intolleranza legata all'immigrazione in Italia e in particolare in Veneto, luogo in cui è stato girato il cortometraggio, inserendo elementi tipici del genere horror/splatter/gore e utilizzando la figura dello zombie come metafora dell'immigrato e come immagine di paura e psicosi di massa che l'idea del “diverso” crea nelle menti dei comuni cittadini Italiani. Sarà la volta anche di produzioni locali con l’horror[img_assist|nid=21819|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=358] August 15th di Tommaso Urban, giovane artista di Spilimbergo che ha ottenuto con una sua precedente opera una menzione speciale alla Maratona di Produzione Cinematografica MakinGo 6x60 a Gorizia e la video animazione, proiettata fuori concorso, Il cuore rivelatore della 4^C del Liceo scientifico Grigoletti di Pordenone. Cinemazero da più di sei anni svolge attività didattica dell’audiovisivo in numerosi istituti della provincia, uno dei laboratori s’intitola Ti racconto una storia e mira alla realizzazione di uno storyboard basato sulla commistione di disegni e sceneggiatura nel rispetto delle regole cinematografiche. Quest’anno la classe 4^C del Liceo scientifico Grigoletti coordinata da Andrea Princivalli, illustratore e formatore d’eccezione, e sotto la supervisione della professoressa Rosa Paola Ellero ha dato dimostrazione dei livelli che si possono raggiungere anche con giovani disegnatori in erba, con una trasposizione de “Il cuore rivelatore” di E.A. Poe rimontata dai giovani studenti del liceo con la voce narrante di Giancarlo Giannini. E poi i cortometraggi: Fuoriporta di Corrado Ravazzini, filmaker autodidatta e indipendente pluripremiato a diversi festival internazionali; Wolfhound di Andrea Zanoli e Rupofobia - Brandelli di igiene mentale di Valerio Frattini. Anche in questa serata non mancheranno le video animazioni, che concorreranno al Premio Qualità FriulAdria specificamente dedicato: scorreranno le immagini di Insecta di Elisa Mearelli, la vita di un essere ibrido, a metà tra umano e animale, che si svolge all’interno di una stanza in una solitudine molto simile a quella umana. Da non perdere la comic battle Apocalypse known di Maria Pia Cinque e Federica del Proposto, nel quale le due artiste di punta della scena fumettistica italiana si scontrano in questa video d'animazione cercando di distruggere a vicenda i loro disegni per dimostrare l'una all'altra chi sia la migliore. Sempre delle stesse filmakers sarà proiettata la video animazione Alice, opera piena di humour nero dissacrante e vincitrice del premio Iceberg nel 2005. Filmmakers al Chiostro 2009 - 6a edizione Martedì 21 luglio 2009, dalle ore 21.15 Ex Convento San Francesco – PORDENONE Notte horror La serata prevede l’incontro coi registi delle opere proiettate. Ingresso libero Info: Mediateca Pordenone di Cinemazero Tel 0434.520945 mediateca@cinemazero.it www.cinemazero.org