La Passione secondo Luca e Paolo: l'humour targato Bizzarri-Kessisoglu al Rossetti di Trieste

Comici&Cosmetici
[img_assist|nid=25534|title=|desc=|link=none|align=left|width=98|height=130]TRIESTE - Va in scena per due serate, al Politeama Rossetti giovedì 26 e venerdì 27 novembre La Passione secondo Luca e Paolo, spettacolo che vede due inediti protagonisti – Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu – alle prese con temi davvero fondamentali… ma trattati – e con loro non poteva andare diversamente – in chiave ironica. La Passione secondo Luca e Paolo si è rivelato uno di quei titoli fragorosi, destinati al “tutto esaurito” fin dal primo annuncio. Erano infatti sufficienti i soli “ingredienti” dello spettacolo, a lasciar intuire le entusiastiche reazioni del pubblico: a partire dai due protagonisti noti e imprevedibili come Luca e Paolo… Naturalmente non gli apostoli – come potrebbe far presumere il titolo dal sapore evangelico – ma Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, i celeberrimi protagonisti televisivi de Le Iene, che allo spettacolo promettono, tanto per iniziare, tutto il loro spirito, lo humour, la loro simpaticissima e tagliente espressività. I nomi dei due ritornano – sostenuti dall’esperienza e dall’inventiva di Michele Serra e Martino Clericetti – nella squadra degli autori del testo, mentre sulla scena sono tutelati dalla sapienza di un regista del calibro di Giorgio Gallione, che – solo a voler guardare negli annali dello Stabile regionale – ha diretto i migliori comici italiani ed ha firmato alcuni dei maggiori successi del teatro leggero e intelligente degli ultimi anni, fra cui vanno citati almeno Il bar sotto il mare di Benni, I bambini sono di sinistra e Grazie di Pennac entrambi con Claudio Bisio, Ognuno è libero con Maurizio Crozza, Alice con Lella Costa e Un certo signor G con Neri Marcorè. Ma quali argomenti affrontano assieme tutti questi talenti della [img_assist|nid=25535|title=|desc=|link=none|align=right|width=481|height=640]risata? Argomenti – asseriscono Luca e Paolo nel presentare lo spettacolo – che di certo faranno “morire dal ridere”. Morte e risate si intersecano, infatti, ne La Passione secondo Luca e Paolo: cosa ci aspetta nell’aldilà? E si può trovare il modo di trattare questo misterioso e inquietante argomento con allegria e ironia? Luca e Paolo possono di certo: la dimostrazione è questo spettacolo leggero e divertente, acuto e vivacissimo. Per raccontare in termini inediti e dissacranti, ma mai blasfemi, la maggior paura dell’uomo: Luca e Paolo ci condurranno sul Golgota, dove ci faranno compagnia due ladroni in attesa del protagonista della Storia oppure due scarafaggi, che inconsapevoli di tutto, nel luogo della crocifissione proseguono nelle loro faccende quotidiane e naturali… L’Assente atteso dai ladroni – spiega il regista – è un personaggio che sfuma nel mistero e nella leggenda, si dice sia dotato di un qualche talento ai confini col divino, è probabilmente un cialtrone o un mentitore ma viene più spesso descritto simile ad uno strano filosofo con magici poteri. L’attesa però si prolunga (all’infinito?), e progressivamente questo bizzarro Aspettando God... si trasforma in scena in un gioco di storie incrociate, un po’ letteratura combinatoria un po’ pastiche stralunato, dove compaiono due scarafaggi che grottescamente deridono l’inutile ricerca degli uomini sul senso della vita e addirittura una proiezione contemporanea dei protagonisti, ancora oggi alla ricerca, ahimè senza grandi risultati, della ricetta per la felicità. Luca e Paolo affrontano questa paradossale via crucis tra teatro dell’assurdo e delirio buffonesco, monologhi e canzoni che cambiano repentinamente stile e registro narrativo, mischiando in modo personale e mai prevedibile non senso e speranza, ghigno diabolico e intima  commozione. Il loro è un teatro che sorprende e frastorna e che ha per armi la risata acida e un sarcasmo di stampo gaberiano, iconoclasta e nero, appassionato e mai ipocrita. Le canzoni cui accenna Gallione, sono anch’esse creazione dell’eclettico Paolo Kessisoglu, a cui – come pure al suo compagno di scena Luca Bizzarri – non fanno difetto l’eclettismo, la creatività, il desiderio di confrontarsi con nuove esperienze.  Completano la squadra creativa Guido Fiorato, che firma scene e costumi, Carlo Boccadoro che ha composto le musiche. Hanno realizzato la produzione dello spettacolo ITC 2000 e il Politeama Genovese.   Stagione Teatrale 2009-2010 Giovedì 26 e venerdì 27 novembre 2009, ore 20:30 Politeama Rossetti, Viale XX Settembre, 45 - TRIESTE La Passione secondo Luca e Paolo Biglietti: interi da 16.00 € a 29 €; ridotti da 13:00 € a 24 € La Passione secondo Luca e Paolo di Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Martino Clericetti, Michele Serra con  Luca e Paolo Regia di Giorgio Gallione Scene:Set: Guido Fiorato Costumi: Guido Fiorato Musiche: Carlo Boccadoro Canzoni di Paolo Kessisoglu Una Produzione: ITC 2000, Politeama Genovese Info: Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia tel. 0403593511 info@ilrossetti.it www.ilrossetti.it