La vedova allegra lunedì 19 febbraio di scena all’Auditorium di San Vito al Tagliamento

Foyer

San Vito al Tagliamento (PN) – Nell’ambito della rassegna Teatriassociati proposta dall’Associazione Culturale Odeia, andrà in scena lunedì 19 febbraio (ore 20.45) presso l’Auditorium Centro Civico di San Vito, La vedova allegra, operetta di Fran Lehar, nella versione moderna prodotta dalla Compagnia Italiana di Operette, per la regia del belga Serge Menguette, con Umberto Scida ed Elena D’Angelo, accompagnati dall’orchestra diretta dal Maestro Orlando Pulin.

 

Composta su libretto di Victor Leòn – Leo Stein, La vedova allegra vede protagonista il Barone Zeta, Ambasciatore del mitico Pontevedro a Parigi, il quale riceve un ordine tassativo dal proprio governo, quello di accasare la signora Anna Glavari, giovane vedova del banchiere di corte, con un compatriota. Infatti, se dovesse passare a seconde nozze con uno straniero, il suo capitale, valutato 100 milioni di dollari, abbandonerebbe la Banca Nazionale Pontevedrina, e per la Cara Patria, sarebbe la rovina economica.

Il Barone Zeta, coadiuvato da Niagus, cancelliere in verità un po’ pasticcione, tenta di convincere il Conte Danilo Danilovich, segretario dell’Ambasciata di Parigi, a sposare la ricca vedova. Danilo però non ne vuol sapere perché, fra lui ed Anna c’è già stato del tenero prima che lei sposasse il banchiere Glavari; ed ora Danilo, ferito nelll’orgoglio, non vuole assolutamente ammettere di essere ancora innamorato di Anna.

La Compagnia Italiana di Operetta, forte dell’esperienza acquisita in tanti anni, si è evoluta, costruendo sia un cast aggiornato ai tempi, sia avvalendosi di una meravigliosa messa in scena e di sontuosi costumi, il tutto condito dalla moderna visione dell’ottimo regista belga Sanguette e dalla impeccabile direzione musicale di Orlando Pulin.

Info: Biblioteca di San Vito al Tagliamento
Tel. 0434/833295
ufficiocultura.sanvito@virgilio.it