Work Experience: assegnate dalla Provincia di Treviso le 5 borse di studio per l'alta formazione in azienda

Pocket News

TREVISO - Al via 5 esperienze di alta formazione in azienda per cinque laureati qualificati. Si è concluso infatti il bando Work Experience, iniziativa lanciata dalla Provincia di Treviso nell'ambito delle Politiche Attive del Lavoro per consentire a 5 neolaureati di realizzare un'esperienza significativa in azienda coerente col loro percorso di studi.

Raccolte le disponibilità di cinque aziende e i vari profili richiesti, la Provincia aveva pubblicato a gennaio un bando rivolto ai giovani per la raccolta delle candidature. Al Sant'Artemio sono giunte inizialmente 55 candidature.
I curricula dei ragazzi sono passati al vaglio dei Centri per l'Impiego, i quali hanno operato una selezione che ha portato una lista a 22. Successivamente, tutti hanno effettuato colloqui con le aziende, al termine dei quali sono stati selezionati i cinque giovani che dal prossimo mese potranno iniziare la propria esperienza in azienda.

Per la maggior parte dei ragazzi, si è trattata di una prima vera e propria esperienza di colloquio lavorativo. Quindi, anche se non hanno potuto accedere alla selezione finale, si è dimostrata un'esperienza importante per tutti.  

 - Andrea Baldassar di S.Pietro di Feletto laureato in Scienze e Tecnologie Agrarie
-  Davide Calcagnotto di Volpago del Montello laureato in Ingegneria gestionale
- Valentina Cescon di Vazzola laureata in Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni
- Luca Cittadini di Salgareda laureato in Marketing e Gestione delle Imprese
- Giulia De Boni Russo di Pagnano d’Asolo laureata in Scienze e Tecnologie Animali

I neolaureati saranno inseriti in aree aziendali strategiche come marketing, commerciale, controllo di gestione e processi di qualità. La durata della work experience è di 5 mesi e prevede l’erogazione di una borsa lavoro finanziata dalla Provincia di 5.000 € per ogni stagista.

Si parla tanto di disoccupazione giovanile, di disoccupazione intellettuale, e ancora una volta la Provincia di Treviso ha dimostrato di mettere in campo azioni mirati all'occupazione dei giovani – spiega il presidente della Provincia di Treviso – ricordo che già con Futuro Costo Zero abbiamo rilevato percentuali di assunzione di oltre il 78%, in questo caso abbiamo voluto premiare laureati qualificati da inserire in settori strategici delle aziende del territorio. In questo modo, diamo un aiuto all'occupazione giovanile e facciamo crescere le nostre aziende.

Questo progetto conferma che il tessuto produttivo della Provincia crede ancora nei giovani come leva per innovare, migliorare e compete nel mondo globale – commenta l'assessore al Lavoro della Provincia di Treviso – Ci auguriamo che la Work Experience abbia grande successo.