Le rire di Maderna e il Dido and Aeneas di Purcell firmate da Saburo Teshigawara al Teatro La Fenice

Lirica
[img_assist|nid=27303|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]VENEZIA - Un inedito dittico composto da Dido and Aeneas di Henry Purcell preceduta da Le Rire spettacolo di danza su musiche di Bruno Maderna con le coreografie di Saburo Teshigawara che firma anche la regia dell’opera barocca, andrà in scena il 14 marzo 2010 alle ore 19,00 al Teatro La Fenice, repliche 16 e 18 marzo 2010 alle ore 19,00 e 20 e 21 marzo 2010 alle ore 15,30, terzo appuntamento della Stagione Lirica e Balletto del Teatro La Fenice. La frequentazione della musica antica come di quella moderna furono, per Bruno Maderna – spiega il Direttore Artistico Fortunato Ortombina – due tensioni fondamentali, estreme e complementari del suo concepire l’arte, in particolare la musica, sia come compositore che come direttore d’orchestra. Il  dittico che presentiamo ci riporta ai primi anni sessanta, quando mentre metteva in scena Purcell e Monteverdi, Maderna lavorava ai primi pionieristici esperimenti di musica elettronica partendo dall’elaborazione delle forme più primordiali del suono, percorrendone la sottile vicinanza con il rumore. Un viaggio  - osserva ancora Ortombina – verso e oltre le origini, attraverso la profondità dello spazio, del tempo, del canto. Teshigawara ha unito questo dittico con un’ambientazione unica,  una scena blu, dove con l’uso di un complesso apparato di luci, si vuole rappresentare il simbolo della purezza. Per il regista giapponese, che sarà  in scena anche come danzatore nella prima parte:  La danza e il canto sono due arti fatte di fisicità, l’espressione del corpo le unisce entrambe: cantare è una forma d’arte molto fisica, i cantanti esprimono fisicità sia quando si muovono sulla scena, sia quando cantano sulla scena e cantare è un’espressione del movimento infatti sia i cantanti che i danzatori producono energia. Le rire, un brano per nastro magnetico mai coreografato fino ad ora, composto da Maderna nel 1962 presso lo Studio di fonologia musicale di Milano della RAI, Teshigawara proporrà in prima assoluta la sua versione coreografica appositamente creata per il Teatro La Fenice con i danzatori della compagnia KARAS di Tokyo. Di Dido and Æneas (che lo stesso Maderna, appassionato studioso e interprete di musica antica, diresse in prima milanese alla Piccola Scala nel 1963), una delle prime opere inglesi interamente cantate, rappresentata a Chelsea nel 1689, Teshigawara curerà la regia, le scene, i costumi, le luci e gli inserti coreografici, in omaggio ad Henry Purcell, di cui nel 2009 si è celebrato il 350° anniversario della nascita. Dido and Æneas sarà eseguita dall’Orchestra e dal Coro del Teatro La Fenice diretti da Attilio Cremonesi, uno dei direttori italiani che si sta maggiormente dedicando a un repertorio rimasto per anni affidato a direttori d’oltralpe, e interpretata da Ann Hallenberg nel ruolo di Didone, Marlin Miller in quello di Enea, Maria Grazia Schiavo in quello di Belinda, Oriana Kurteshi in quello della seconda donna, Julianne Young in quello della maga, Sabrina Vianello e Elena Traversi in quelli delle due[img_assist|nid=27304|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=472]streghe, Krystian Adam in quelli dello spirito e del primo marinaio. Il basso continuo sarà affidato a Carlo Rebeschini, Alessandro Zanardi, Rodney Prada, Dolores Costoyas, Daniel Zapico e Pablo Zapico, le parti coreografiche saranno danzate dagli interpreti della compagnia KARAS diretta dallo stesso Teshigawara: Rihoko Sato, Mie Kawamura, Eri Wanikawa, Kafumi Takagi, Riichi Kami, Nana Koetting e Nile Koetting. Prima di ogni rappresentazione verrà proiettato sul sipario tagliafuoco del teatro il video Waiting for High Water dell’artista canadese Jana Sterbak, nell’ambito del progetto a cura di Francesca Pasini «Arte contemporanea a teatro», proposto in collaborazione con la Fondazione Bevilacqua La Masa e la Galleria Raffaella Cortese di Milano, con il sostegno tecnico di Epson. Saburo Teshigawara è regista, scenografo, costumista, light designer e coreografo. Dopo aver studiato arti plastiche e balletto classico, inizia la carriera creativa nel 1981, nella nativa Tokyo. Nel 1985 con Key Miyata crea la compagnia KARAS, con la quale è stato invitato ad esibirsi regolarmente nelle principali città del mondo. Oltre alle produzioni realizzate come solista e per la compagnia KARAS, Teshigawara si è esibito come danzatore, coreografo e regista in importanti sedi internazionali. Nel 1994 è stato invitato da William Forsythe a creare coreografie per il Ballett Frankfurt, nel 1999 ha creato Le sacre du printemps per il Bayerisches Staatsballett di Monaco, nel 2000 Modulation per il Nederlands Dans Theater, nel 2003 Air per il Ballet de l’Opéra national de Paris, nel 2002 Para-Dice e nel 2006 Vacant per il Grand Théâtre di Ginevra. Ha inoltre ricevuto l’attenzione della critica internazionale nel campo delle arti visive grazie a installazioni, film e video, oltre che per i progetti di scenografia, luci e costumi che egli realizza per le sue creazioni. La sua raffinata sensibilità scultorica, il forte senso della composizione, la padronanza dello spazio e i suoi decisi movimenti di danza creano un mondo unico che è soltanto suo. L’interesse per la musica e la ricerca sul tempo e sullo spazio l’hanno portato ad allestire lavori in spazi ad hoc e a collaborazioni con vari musicisti. Oltre ai frequenti workshop presso lo Studio KARAS a Tokyo, Teshigawara è coinvolto in numerosi progetti educativi tra cui lo S.T.E.P. (Saburo Teshigawara Education Project), iniziato nel 1995 a Londra, che ha portato alla presentazione di numerose nuove coreografie. Nel 2004 è stato selezionato come mentore della danza per la Rolex Mentor and Protege Arts Initiative, per lavorare per un anno intero con un giovane artista a lui assegnato quale protégé. Dal 2006 è professore alla St. Paul’s (Rikkyo) University in Giappone, dove conduce workshop e insegna teoria presso il dipartimento di Expression Studies. Fra le sue creazioni coreografiche per KARAS ricordiamo Miroku (2007), Glass Tooth e Black Water (2006), Scream and Whisper (2005), Kazahana (2004), Green e Bones in Pages (2003), Luminous (2001), Light behind Light e Raj Packet (2000), Absolute Zero (1998).Stagione Lirica e Ballettto 2010 Dal 14 al 21 marzo 201014, 16, 18 marzo 19.00; 20 e 21 marzo, ore 15.30 Teatro La Fenice, Campo S. Fantin 1965 - VENEZIA Le rire (Il riso)musica di Bruno Madernanuova creazione coreografica di Saburo Teshigawarainterpretata dai danzatori della Compagnia KARAS di Tokyoprima rappresentazione assoluta Dido and Aeneas (Didone ed Enea)musica di Henry Purcell personaggi e interpreti principaliDidone Ann HallenbergBelinda Maria Grazia SchiavoSeconda donna Oriana KurteshiPrima strega Sabrina VianelloSeconda strega Elena TraversiLa maga Julianne YoungUno spirito/ Primo marinaio Krystian AdamEnea Marlin Miller maestro concertatore e direttore Attilio CremonesiOrchestra e Coro del Teatro La Fenicemaestro del Coro Claudio Marino Moretti regia, scene, costumi, luci e coreografia Saburo Teshigawara nuovo allestimento Fondazione Teatro La Fenicein lingua originale con sopratitoli in italiano Info: Fondazione Teatro La Fenice tel. 041786511 Call center 0412424 www.teatrolafenice.it