Live! Gli scatti di Ottavia Da Re in mostra a San Donà di Piave

Deep Focus

[img_assist|nid=13013|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]San Donà di Piave (VE) -  In quei pochi, assoluti, minuti cerchi lo sguardo complice del frontman, lo sforzo di un assolo di chitarra, lo stacco di batteria che innescherà nuovi ritmi ed emozioni, aspettando un istante che si fa estremo, fisico, nello sforzo rigoroso di prevedere il lampo rivelatore di una luce stroboscopica, nell’impossibilità di lasciar fare alla macchina, lavorando di esposizione, ma soprattutto appassionato, nel tentativo di sintonizzarti su quell’onda di emozioni, di sparire nella musica, immobile e impassibile, mentre il mondo esplode sopra la tua testa (Ottavia Da Re).

La mostra fotografica Live raccoglie alcune delle immagini più significative dell’esperienza dell’autrice, raccolte durante i numerosi concerti musicali seguiti e testimoniati dai suoi scatti fotografici, a volte ribelli, spesso inconsueti. Foto che nascono sul filo dell’elettricità sprigionata dai live, fra pedane e transenne  sommerse di fans urlanti in attesa febbrile della rock star. Ogni sera, sotto lo sguardo vigile dei bodyguard, seguendo gli ordini del tour manager, tra palco e pubblico, sempre on stage, in quei pochi minuti[img_assist|nid=13014|title=|desc=|link=none|align=right|width=427|height=640] racchiusi in un’unica, lapidaria, concessione che impone solo le prime tre canzoni senza flash, chi fotografa i live si trova spesso a lottare contro il tempo, il ritmo dei pezzi, le casse assordanti, l’energia pura che all’implodere della musica travolge tutti e tutto.In questi momenti, fra cavi e amplificatori, sound check e backline, nascono le immagini “live” di Ottavia Da Re, fotogrammi che la musica trasforma in un’onda inarrestabile di note, brividi, elettricità. In una parola: Live. Tra le foto raccolte, spicca l’immagine statuaria ed emblematica di Vasco, re degli stadi, colto sul “fronte del palco” mentre incita il pubblico, che evoca la carica incontenibile della regina del rock italiano, Gianna Nannini e quella della sua “ragazzaccia”, Irene Grandi, tutta riccioli ed elettricità. Un itinerario che prosegue attraverso le suggestioni melodiche dei ritratti di Laura Pausini, colta durante un’intensa interpretazione, Cesare Cremonini, appassionato e palpitante, e Biagio Antonacci, che dialoga con il pubblico sul filo delle emozioni del suo Vicky Love Tour, per arrivare alla forza cantautoriale delle immagini di Mario Venuti e di Paola Turci, la cui silhouette, in controluce, rivela il profilo di una rocker fragile e affascinante.Non mancano gli echi del passato, dalla beat generation degli intramontabili Pooh, alle suggestioni progressive e sperimentali del monumentale Peter Gabriel mentre incanta Piazza San Marco a Venezia, e neppure le suggestioni lontane e ancestrali del [img_assist|nid=13015|title=|desc=|link=none|align=left|width=427|height=640]blues, nella spiritualità “nera” di Zucchero che travolge i fans in un’overdose d’amore e di indiavolato sound.Un viaggio che rivela scatti al limite dell’astrazione e fotogrammi inconsueti, fra le immagini “distorte” degli enigmatici Marlene Kuntz, e le pose energiche degli scatenati Negramaro e Negrita. Una carica più oscura emerge invece dalle foto dirompenti degli oscuri ambasciatori del trash metal, gli Slayer, dalla rabbia degli Stone Sour e dalla potenza degli storici pionieri dell’heavy metal, gli Iron Maiden, ripresi fra l’entusiasmo dei fans metallari, sullo sfondo sepolcrale e fantastico della loro esibizione all’Heineken Jammin’ Festival nel 2007.

Non mancano le Vibrazioni del giovane rock made in Italy, e le scosse dell’energico pop americano dell’impertinente e ribelle Pink, mentre lo sguardo dell’autrice si fa rarefatto di fronte alle sensibilità più disincantate della nostra musica, che emergono dalle istantanee toccanti e sfuggenti di Elisa, L’Aura e Simone Cristicchi. 

Giornalista e fotografa, Ottavia Da Re è direttore responsabile di www.quellicheilcinema.com, testata di informazione cinematografica fondata nel 2002 grazie alla collaborazione di giovani studiosi milanesi e torinesi con i quali ha portato avanti un progetto di divulgazione di informazione e cultura cinematografica.Da anni si occupa di giornalismo e fotografia, passioni che l’hanno portata a seguire numerosi eventi internazionali, testimoniando con le sue immagini e i suoi articoli molti festival cinematografici, spettacoli di danza classica e numerosi eventi musicali di portata mondiale, tra cui i concerti di Peter Gabriel e del maestro Ennio Morricone nella suggestiva cornice di Piazza San Marco a Venezia (2007).Nel 2005, nel 2006 e nel 2007 le immagini realizzate durante la 62. e la 63. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica sono state premiate dalla giuria presieduta dal prof. Carlo Montanaro dell'Accademia di Belle Arti di Venezia al concorso fotografico nazionale Il Cinefestival In&Out organizzato dall’Associazione Culturale Arch-Cine-Foto.Ha pubblicato sulle testate E-press, Mondadori, 2night, Gente, Clickair, “Il Gazzettino Illustrato”. Attualmente collabora con “Il Gazzettino Illustrato” e l’agenzia fotogiornalistica Sintesi di Roma.

Dal 22 aprile al 18 maggio 2008 

Caffè Letterario, Piazza Indipendenza, 13 - San Donà di Piave (VE)

Live! - Fotogrammi in musica  di Ottavia Da Re  

Info: tel. 0421336629

info@caffeletterariosandona.it

www.caffeletterariosandona.it