L'occhio di Meret Oppenheim a Kunst Meran/o arte

Deep Focus
[img_assist|nid=15333|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Merano (BZ) - Rimarrà aperta fino all'11 gennaio 2009, presso kunst Meran/o arte, la mostra L'occhio di Meret Oppenheim, curata da Valerio Dehò, una personale che intende ripercorrere l’attività dell’artista raggruppando le opere attraverso alcuni fondamentali nuclei tematici o per le particolarità tecniche ed estetiche, mettendo in luce alcune attività parallele al lavoro di artista che per lei sono state molto importanti.
Vengono presi in considerazione soprattutto gli ultimi vent’anni di vita e di lavoro della Oppenheim dagli anni ‘60 fino al 1985 attraverso l’esposizione di oltre 60 tra carte, disegni, oggetti. In particolare sono esposte opere in cui l’artista ha sviluppato alcuni temi centrali del suo lavoro come l’indagine sugli archetipi estremamente importanti per l’estetica surrealista. Vengono inoltre esposti lavori sul tema degli animali nel loro significato simbolico inconscio o il complesso rapporto dell’artista con la natura (le nuvole, le montagne, la nebbia, i cambiamenti del paesaggio).
Una sezione viene dedicata al tipico gioco surrealista chiamato[img_assist|nid=15334|title=|desc=|link=none|align=right|width=521|height=640] Cadavre Exquis in cui emerge una concezione nuova dell’opera d’arte come lavoro collettivo, ma anche come gioco in cui la casualità è dominante e portatrice di misteri e nuovi significati. Ma anche all’attività dell’artista come poetessa e ideatrice di lavori teatrali per bambini, viene dedicato uno spazio, allo scopo di ricostruire la sua complessa personalità che non è nota al grande pubblico. Inoltre, vengono esposti alcuni video di letture poetiche o di recitazioni testi drammaturgici. Una serie di fotografie di Man Ray, artista a cui kunst Meran/o arte aveva dedicato una mostra nel 2003 in cui la giovanissima artista svizzera è protagonista, introducono la mostra, assieme a documenti inediti per l’Italia.
La mostra è realizzata grazie al patrocinio della Fondazione della Cassa di Risparmio di Bolzano che da anni sostiene le numerose attività di kunst Meran/o arte. Con la mostra su Meret Oppenheim kunst Meran/o arte chiude un anno particolarmente dedicato alle donne nell’arte, iniziato con la mostra collettiva vote for women che ha avuto un largo successo di pubblico e di critica.

[img_assist|nid=15335|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=465] Dal 4 ottobre 2008 all'11 gennaio 2009

kunst Meran/o arte, Edificio Cassa di Risparmio, Portici 163 - Merano (BZ)

Meret Oppenheim - L'occhio di Meret Oppenheim

A cura di Valerio Dehò

Vernissage: venerdì 3 ottobre, alle ore 20.00

orario: da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Biglietti: intero € 4,50; ridotto € 3,00

Info: Tel. 0473212643
info@kunstmeranoarte.org
www.kunstmeranoarte.org

Nelle foto: Meret Oppenheim, Röntgenaufnahme des Schädels M.O., 1964, Raggi del cranio di Meret Oppenheim
Fotografia in bianco e nero, 25,5x20,5 cm
Courtesy Kunstmuseum Bern, Hermann e Margrit Rupf Stiftung

Meret Oppenheim, Das Auge der Mona Lisa, L'occhio di Mona Lisa, Olio su Tela
Collezione privata, Svizzera

Ogni riproduzione vietata