Macrò Maudit presenta Nel fango del dio pallone venerdì 9 marzo a Monfalcone

Foyer

Monfalcone (GO) – Andrà in scena venerdì 9 marzo (ore 20.45) al Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone, nell’ambito della rassegna contrAZIONI, lo spettacolo Nel fango del dio pallone, prodotto dalla Compagnia Macrò Maudit e tratto dell’omonimo best seller scritto da Carlo Petrini.

La pièce si snoda attraverso il racconto di Petrini, ex calciatore del Milan ai tempi di Prati, Trapattoni e Gianni Rivera. Petrini in attività cominciò a sperimentare gli effetti di sostanze illegali dopanti. Una regola negli spogliatoi. Poi, negli anni settanta fu mediatore e artefice di diverse partite truccate.
E nel marzo del 1980, tra numerosi responsabili, Petrini fu uno dei pochi a pagare per tutti.

Ma quello che più spaventa il dorato mondo del pallone è la figura, la presenza di Petrini oggi: un uomo che, pagate sportivamente e penalmente le sue colpe, colpito umanamente negli affetti più cari, non ha più paura di dire quello che nel calcio si fa ma non si deve dire.
Nella suo romanzo – autobiografico, Petrini, ex giocatore rossonero, ma anche della Roma, del Bologna, e del Genoa confessa tutto: decine e decine di pareggi concordati, le partite vendute, gli eccessi fuori dal campo, il doping e gli espedienti per eludere i controlli e i soldi in nero. Una ricostruzione attenta e disincantata, a volte rabbiosa, di un uomo che ha vissuto nel calcio tutta la sua giovinezza e che oggi non ha paura di fare nomi, perché il calcio gli ha dato, ma, soprattutto gli ha tolto tutto.

Nessuna smentita, nessuna denuncia per diffamazione viene indirizzata a Petrini (eppure tantissimi hanno letto il suo libro). E’ perchè Petrini ormai non conta più niente e il suo farneticare non interessa a nessuno? O perché le sue affermazioni – supportate da prove, testimoni, date e luoghi – non possono essere smentite?
Macrò Maudit cerca di raccontare una vicenda scottante, che ha come protagonista un ex-calciatore ma soprattutto un uomo forte e contraddittorio. Proseguendo il suo percorso artistico, dedicato alle figure contemporanee, perdenti e maledette.
Una storia sincera, coraggiosa, senza enfasi né eroi. Uno spettacolo di denuncia, senza moralismi, senza mezze allusioni, sul mondo del dio pallone. Una rappresentazione teatrale che, di sicuro, farà discutere.
Perché è la storia di un precursore del calcio dorato di oggi. Dedicata a tutti quelli che, come noi, amano il meraviglioso mondo dello sport. Quello vero. Dedicato soprattutto ai ragazzi. Quelli che cominciano.
Una recente indagine ha dimostrato che un adolescente su tre è disposto a fare uso di sostanze illecite pur di raggiungere il successo nel mondo del calcio. La cosa ancora più inquietante è che il 10% di loro si dichiara pronto a morire per uso di questo sostanze, pur di assomigliare al proprio idolo sportivo. Uno spettacolo da vedere e su cui riflettere. Ricordiamo inoltre che, per l’occasione, Petrini sarà presente a Monfalcone ed incontrerà il pubblico che si attende numeroso.

Nel fango del dio pallone 
Con Alessandro Castellucci
scritto da Giulio Baraldi e Alessandro Castellucci
regia Giulio Baraldi
musiche: Fabrizio De André, Radiohead, Jetro Thull, Yann Tiersen

Info: Teatro Comunale di Monfalcone (GO)
Tel. 0481/494369
www.teatromonfalcone.it
teatro@monfalcone.go.it