Magnificat.Exultavit: a Vicenza si celebrano i 6 anni di relazioni tra il Conservatorio e l’Istituto Magnificat di Gerusalemme

Classica
[img_assist|nid=24566|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]VICENZA - Verrà probabilmente ricordato come uno dei più importanti progetti promossi dal Conservatorio di Vicenza negli ultimi anni. E senza dubbio per molte ragioni. Musicali, ma anche politiche. La relazione tra il Conservatorio di Vicenza e l’Istituto Magnificat di Gerusalemme è un esempio concreto di come la cultura possa divenire attiva promotrice di futuro.
Nato a Gerusalemme per volere della custodia di Terrasanta sotto al direzione di Armando Pierucci,  il Magnificat raduna a Gerusalemme, nel cuore dell’incontro tra antiche civiltà, studenti e docenti di parte israeliana e palestinese. In chiara controtendenza con i normali accadimenti della vita in Israele, qui l’incontro è scambio pacifico e vitale.
Questo il motore che ha spinto il direttore del Conservatorio Paolo Troncon ad attivare, sei anni fa, una speciale formula di collaborazione e tutoraggio tra ConservatorioConservatorio e Magnificat. L’intenzione - chiarisce Troncon - è quella di promuovere un’offerta musicale di alto livello, in linea con gli standard europei, e di fornire agli studenti dell’Istituto, per la gran parte Palestinesi, un titolo di studio spendibile all’estero.
Sabato 17 ottobre una giornata celebrativa farà, tra musica ed [img_assist|nid=24567|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=431]incontri, il punto della situazione. Si inizia alle 16.30 nella sala Concerti del Conservatorio con la conferenza “Il Conservatorio di Vicenza e il Magnificat di Gerusalemme: passato, presente, futuro”. Aprono i saluti di Luciano Pezzotti, console generale d’Italia a Gerusalemme, e gli interventi di Paolo Troncon, direttore del Conservatorio, Padre Pierbattista Pizzaballa, custode di Terrasanta e presidente dell’Istituto “Magnificat”, Diego Vecchiato, dirigente relazioni internazionali della Regione Veneto.
Alle 17.30 si terrà, in Conservatorio, un primo evento musicale con l’orchestra d’archi del Conservatorio ed i solisti Guido Trebo (baritono) e Francesco Grigolo (tenore) diretti da Claudio Martignon, con Matteo Gasparotto (clarinetto), Andrea Jurowskij (pianoforte) e Jiries Boullata (pianoforte).
Gran concerto serale alle 21 nel Tempio di San Lorenzo concluderla giornata commemorativa con I cantori di Santomio ed i Polifonici Vicentini diretti da Pierluigi Comparin,l’ensemble d’archi del Conservatorio e l’organista Haig Vosgueritchian. Il concerto propone musiche di Felix Mendelssohn nel secondo centenario dalla nascita.
Il cast degli esecutori vede anche la presenza dei palestinesi Boullata e Vosgueritchian, primi diplomati in Italia ai corsi accademici provenienti dall’Istituto Magnificat di Gerusalemme ed, in qualche modo, concreto risultato del progetto Vicenza-Gerusalemme.

Sabato 17 ottobre 2009

 
VICENZA - locations varie
 
Magnificat.Exultavit
 
ore 16.30

Sala Concerti del Conservatorio

Il Conservatorio di Vicenza e il Magnificat di Gerusalemme: passato, presente, futuro

conferenza
 
Saluti di Luciano Pezzotti, console generale d’Italia a Gerusalemme

Intervengono: Paolo Troncon, direttore del Conservatorio
Padre Pierbattista Pizzaballa, custode di Terrasanta e presidente dell’Istituto “Magnificat”
Diego Vecchiato, dirigente relazioni internazionali della Regione Veneto

ore 17.30

Conservatorio

Concerto dell'Orchestra d’archi del Conservatorio
con Guido Trebo: baritono
Francesco Grigolo: tenore
diretti da Claudio Martignon
con Matteo Gasparotto: clarinetto
Andrea Jurowskij: pianoforte
Jiries Boullata: pianoforte

ore 21.00

Tempio di San Lorenzo

I cantori di Santomio ed i Polifonici Vicentini
diretti da Pierluigi Comparin
con l’Ensemble d’archi del Conservatorio e l’organista Haig Vosgueritchian
eseguono
musiche di Felix Mendelssohn