Manlio Benzi dirige al Malibran musiche di Mendelssohn, Berg e Sibelius

Classica

VENEZIA - Sabato 15 gennaio 2011 alle ore 20.00 e domenica 16 alle 17.00 Manlio Benzi dirigerà al Teatro Malibran il quinto concerto della Stagione sinfonica 2010-2011 dell’Orchestra del Teatro La Fenice, intitolata Nel segno di Mahler nel centenario della morte del compositore boemo.

Il prgramma, aperto dall’ouverture da concerto Le Ebridi op. 26 di Felix Mendelssohn-Bartholdy (1832), proporrà nella prima parte la trascrizione per orchestra d’archi di tre movimenti dalla Lyrische Suite (1928) di Alban Berg, autore dell’avanguardia viennese legato al maestro Mahler da un rapporto di amicizia e grande ammirazione. La seconda parte del concerto sarà interamente dedicata alla Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 43 del finlandese Jean Sibelius, uno dei compositori che nel primo Novecento percorsero la difficile strada della scrittura sinfonica in un panorama dominato dalla personalità mahleriana.
La pomeridiana di domenica 16 gennaio rientra nell’iniziativa «La Fenice per la provincia», rivolta ai residenti nella provincia di Venezia in collaborazione con l’amministrazione provinciale.
 
Nell’estate del 1829 il giovane Mendelssohn, rampollo di buona famiglia impegnato nel grand tour europeo, si recò a visitare le isole Ebridi e la cosiddetta «grotta di Fingal», luogo mitico dell’immaginario romantico creato dalla circolazione dei presunti poemi del bardo gaelico Ossian. Il fascino di una natura forte e pervasiva, eppure carica di suggestioni epiche, spinse Mendelssohn a schizzare il materiale tematico da cui avrebbe tratto nel 1832 l’ouverture da concerto Le Ebridi, uno dei suoi lavori più affascinanti, in cui il senso della chiarezza melodica e delle classiche proporzioni lascia il campo alla sperimentazione linguistica e al brivido dell’inesprimibile.
La Lyrische Suite fu composta da Berg nel 1925-26 in sei movimenti, per il classico organico del quartetto d’archi, ed eseguita con grande successo nel 1927 a Vienna dal Quartetto Kolisch. Nel 1928 Berg ne approntò una trascrizione per orchestra d’archi che comprende i tempi secondo, terzo e quarto, che fu eseguita a Berlino il 31 gennaio 1829. Primo lavoro esplicitamente e consapevolmente dodecafonico dell’autore, la Lyrische Suite, che nasconde al suo interno un’ispirazione autobiografica legata all’amore segreto per Hanna Werfel, è l’emblema di come l’impiego del totale cromatico sia in Berg sempre funzionale all’espansione lirica e di come le caratteristiche formali dell’opera coincidano con un preciso percorso espressivo di «Stimmungsteigerung», «intensificazione di stati d’animo».
Abbozzata nell’inverno del 1901 nel corso di un soggiorno in Italia (Rapallo, Roma, Firenze) con la moglie e le figlie, la Sinfonia n. 2 op. 43 fu completata da Sibelius al suo rientro in Finlandia, ed eseguita l’8 marzo 1902 ad Helsinki sotto la direzione dell’autore. Fu un successo senza precedenti che alimentò varie illazioni sul suo carattere programmatico, in analogia con lavori anteriori quali En Saga o Finlandia, tutte smentite dall’autore. Caratterizzata da una grande varietà di espressioni, compresi spunti folklorici e influenze italiane, e da una struttura libera e rapsodica dietro la forma classica in quattro movimenti, la Seconda Sinfonia condivide con la Prima un chiaro atteggiamento romantico e una grande carica di pathos, che scomparirà nella produzione più tarda.

Manlio Benzi, dopo gli studi al Conservatorio di Parma dove si diploma nel 1989 in composizione con Camillo Togni e nel 1990 in direzione d’orchestra con Daniele Gatti, si laurea in lettere con una tesi musicologica presso l’Università di Parma e si perfeziona presso l’Accademia di Santa Cecilia di Roma. Assistente di Carlo Felice Cillario, nel 1990 fonda l’orchestra da camera Erlebnis, specializzata nella musica contemporanea e del Novecento. Ha diretto numerose orchestre, fra cui Pomeriggi Musicali di Milano, Fenice di Venezia, Regio di Torino, Comunale di Bologna, Santa Cecilia di Roma, Haydn di Bolzano, Toscanini di Parma, Sinfonica di Sanremo, Sinfonica Abruzzese, Cantelli di Milano, Stabile di Como, Filarmonia Veneta, e dal 1997 al 1999 è stato direttore associato dell’Orchestra Verdi di Milano. In campo operistico debutta nel 1995 all’Opera di Tallinn con Madama Butterfly. Nella stagione 1996-1997 è primo direttore ospite del Teatro di Novi Sad e dal 2000 al 2007 direttore artistico e musicale del festival riminese Notti Malatestiane (dove dirige Medea di Benda, Ecuba di Malipiero, Nina di Dalayrac, La Pisanella di Pizzetti, La tempesta di Sibelius, la Symphonie fantastique e Lélio di Berlioz). Invitato in importanti teatri e festival italiani (Scala e Teatro Litta di Milano, Fenice di Venezia, Macerata, Martina Franca, Busseto, Como, Osimo, Rimini, Massa) ed europei (Semperoper di Dresda, Staatsoper di Amburgo, Volksoper di Vienna, Opera North di Leeds, Opéra Royal de Wallonie di Liegi, Tblisi, Tallinn), vi ha diretto lavori di Zingarelli (Andromeda), Rossini (L’italiana in Algeri, Il signor Bruschino), Bellini (I Capuleti e i Montecchi, I puritani), Donizetti (Lucia di Lammermoor, Don Pasquale), Verdi (Nabucco, Macbeth, Rigoletto, Il trovatore, La traviata, Un ballo in maschera, Don Carlo), Puccini (Tosca, Madama Butterfly), Mascagni (Cavalleria rusticana, Amica), Leoncavallo (Pagliacci), Giordano (Siberia, Marcella e Mese mariano), Rota (Il principe porcaro), Gounod (La reine de Saba e Polyeucte). Dal dicembre 2007 insegna direzione d’orchestra all’Accademia Rossiniana di Pesaro; è autore di musica da camera, di saggi musicologici e di revisioni critiche per Ricordi e per l’Istituto di studi verdiani di Parma.

Stagione Sinfonica 2010-2011

Sabato 15 gennaio 2011, ore 20.00 e domenica 16 gennaio 2011, ore 17.00

Teatro Malibran - VENEZIA

L'Orchestra  del Teatro La Fenice

Manlio Benzi, direttore

esegue

Felix Mendelssohn Bartholdy, Le Ebridi, ouverture da concerto in si minore op. 26
Alban Berg, Tre movimenti dalla Lyrische Suite trascritti per orchestra d’archi
Jean Sibelius, Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 43

 
Info: 041786511
Call center 0412424