Marco Bellocchio ospite di Cinemazero a Pordenone

Falso Movimento
[img_assist|nid=20440|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE - Non mi importava marcare e denunciare le nefandezze del regime fascista. Sono rimasto profondamente colpito da questa donna e dal suo rifiuto assoluto di qualsiasi compromesso. In fondo avrebbe potuto accettare di tornare nell’ombra, magari lautamente beneficiata come avvenne per tante altre amanti di Mussolini e come sempre è accaduto per le amanti dei potenti della storia. Lei no, lei voleva rivendicare una sua identità. Lei non poteva accettare il tradimento di quest’uomo, un uomo che, come scrive nelle sue lettere, ha amato in modo assoluto, a cui ha dato tutto, anche il suo patrimonio. (Marco Bellocchio) Marco Bellocchio, reduce dall’esperienza del Festival del Cinema dove era in concorso con il suo ultimo film, Vincere, sarà in esclusiva per il Friuli Venezia Giulia, al Cinemazero di Pordenone, venerdì 29 maggio, alle ore 21.15 in Sala Grande, prima della proiezione del film, unica pellicola italica in concorso alla Croisette. Il film racconta l'intricata e misconosciuta storia della relazione[img_assist|nid=20441|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=417] segreta tra Benito Mussolini e Ida Dalser, dalla quale nacque nel 1915, Benito Albino Mussolini. C’è infatti uno scandalo segreto nella vita del duce: una moglie e un figlio concepito, riconosciuto e poi negato. Questo segreto ha un nome: Ida Dalser. Una donna che grida la sua verità fino alla fine, nonostante il disegno del regime di distruggere ogni traccia che la colleghi al Duce. Straordinaria la prova degli attori principali, Filippo Timi e Giovanna Mezzogiorno, che – sanno trasmettere al pubblico il misto di passione e narcisismo che guida il futuro Duce anche nei comportamenti privati e lo struggimento incosciente di una donna che si concede totalmente a quello che crede un grande amore. Info: www.cinemazero.org/