Il pianista russo Boris Berezovsky esegue Liszt e Chopin al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Classica

UDINE – Ancora un grande solista, sul palco del Giovanni da Udine, dopo Gidon Kremer e Shlomo Mintz: venerdì 11 febbraio, alle 20.45, i riflettori si accenderanno per il pianista russo Boris Berezovsky, famoso nel mondo sia per il virtuosismo sia per la sensibilità esecutiva. Il programma sarà dedicato ai due grandi romantici della tastiera: Listz e Chopin.

In occasione del bicentenario della sua nascita, Franz Listz verrà celebrato con una doppia esecuzione: quella – integrale – degli impervi Studi Trascendentali, interpretazione per cui Berezovsky è acclamato in tutte le sale da concerto del mondo (tra le ultime, il Teatro alla Scala poche settimane fa), e quella del celeberrimo e pirotecnico Mephisto Valzer I. Tra l’una e l’altra, il prezioso itinerario chopiniano che si aprirà con la Polacca-Fantasia Op. 61, proseguirà con lo Scherzo n. 3 Op. 39 e si completerà, ancora nel segno del virtuosismo poetico, con gli Studi n. 1, 3, 5, 7, 8 dall’op.10.

Mettere Chopin accanto a Liszt – spiega il musicologo Andrea Malvano – è un po’ come osservare simultaneamente due rami diversi nati dallo stesso tronco. In entrambi i casi, difatti, stiamo parlando di due grandi virtuosi e, in entrambi i casi, stiamo parlando di compositori cresciuti sulle radici del romanticismo. Chopin arrivò a Parigi dalla Polonia nel 1831, con tanto talento e poca voglia di tornare indietro a mani vuote; e nella capitale francese, la stessa che aveva già conosciuto ampiamente Liszt, trovò una nuova patria. Le esuberanze di Liszt non facevano per lui: Chopin non conquistava il pubblico con esibizioni spettacolari e travolgenti, ma preferiva dedicarsi a una particolare cura del suono. Ma nella Parigi di quegli anni c’era spazio per entrambi: anzi la gente amava proprio mettere in parallelo due pianisti così diversi e, nello stesso tempo, così fascinosi. 

Boris Berezovsky, medaglia d’oro al Concorso Čajkovskij di Mosca nel 1990, ha collaborato con le più grandi orchestre del mondo, come la Philharmonia di Londra, New York Philharmonic, Concertgebouw di Amstersdam, Munich Philharmonic e con direttori quali Antonio Pappano Vladimir Ashkenazy Charles Dutoit, Kurt Masur, Leonard Slatkin, Leif Segerstam, Dmitri Kitayenko, Wolfgang Sawallisch, Alexander Lazarev, Andrew Litton, Mikhail Pletnev. Le sue incisioni per Teldec, Warner Classics International e Mirare hanno ricevuto numerosi e prestigiosi premi della critica.

Stagione Concertistica 2010-2011

Venerdì 11 febbraio 2011, ore 21:00
 
Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4 - UDINE

Boris Berezovsky, pianoforte

esegue

F. Listz, Studi Trascendentali

F. Chopin, Polacca-Fantasia Op. 61

F. Chopin, Scherzo n. 3 Op. 39

F. Chopin,  Studi n. 1, 3, 5, 7, 8 dall’op.10.

F. Listz, Mephisto Valzer I . Tra l’una e l’altra, il prezioso itinerario

Info: Infopoint del Teatro Nuovo Giovanni da Udine

tel. 0432248418

info@teatroudine.it

www.teatroudine.it