Il pianista tedesco Martin Helmchen al Politeama Rossetti di Trieste

Classica

TRIESTE – Lunedì 14 marzo, ancora un grande appuntamento per il cartellone 2011 della Società dei Concerti di Trieste: al Rossetti sarà infatti di scena il pianista tedesco Martin Helmchen, uno degli interpreti più sensibili e celebrati delle ultime generazioni.

Appassionato cultore della musica da camera, impegnato spesso al fianco di artisti come Heinrich Schiff, Marie-Elisabeth Hecker, Gidon Kremer, Tabea Zimmermann, Julian Banse, Julia Fischer e Lars Vogt. Recital pianistico di straordinario interesse, quello di Helchmen, che proporrà musiche di J. S. Bach (Partita n.1 in si b maggiore BWV 825 “Klavierubung” Vol.1), A. Schoenberg (6 Klavierstucke op.19), F. Mendelssohn Bartholdy (Lieder ohne Worte op.67 Heft 6) e L. v. Beethoven (Sonata n.29 in si b magg op.106). 

Martin Helmchen, classe 1982, occupa un posto di primo piano sulla scena internazionale. Il talentuoso pianista tedesco ha vinto in breve tempo due dei premi più importanti per la sua professione: l’ECHO Classical e il Crédit Suisse Award, oltre ad aver maturato esperienze concertistiche con prestigiose orchestre come i Wiener Philharmoniker, la Deutsche Symphonie-Orchester Berlin e la NHK Symphony Orchestra Japan. Nel settembre 2007 è stata pubblicata la registrazione dei Concerti di Mozart, prima uscita dopo il suo contratto in esclusiva per la PentaTone. Un primo ma decisivo impulso per la sua carriera arriva a con la vittoria al Concours Clara Haskil. Nel 2006 Helmchen si aggiudicava il Crédit Suisse Award, evento segnato dal suo debutto con i Wiener Philharmoniker diretti da Valery Gergiev al Festival di Lucerna. Nello stesso anno Helmchen e il violoncellista Danjulo Ishizaka hanno vinto il premio ECHO “Artista emergente dell’anno” per la loro registrazione di opere di Mendelssohn, Franck e Britten, pubblicata dalla Sony/BMG. Nel periodo 2005-2007 è stato ospite regolare del Regno Unito nell’ambito del progetto della BBC “New Generation Artist Scheme” con concerti e registrazioni. Martin Helmchen ha già suonato con i Bamberger Symphoniker, Radio-Sinfonie-Orchester Stuttgart (SWR), BBC Symphony Orchestra, Deutsche Kammerphilharmonie Bremen, collaborando con famosi direttori, tra cui Marc Albrecht, Lawrence Foster, Philippe Herreweghe, Marek Janowski, Vladimir Jurowski, Christoph Poppen e Bruno Weil. Ha partecipato anche a tutti i più importanti festival tedeschi oltre alle Schubertiadi, Lockenhaus e Marlboro Festival negli Stati Uniti. Appassionato cultore della musica da camera, ha lavorato fianco a fianco con il violoncellista Boris Pergamenschikow – pedagogo che ha avuto una notevole influenza sulla formazione del giovane pianista. Collabora regolarmente con Heinrich Schiff  e Marie-Elisabeth Hecker, Gidon Kremer, Christian Tetzlaff, Sharon Kam, Tabea Zimmermann, Julian Banse, Julia Fischer e Lars Vogt. Durante la stagione 2007-2008 ha debuttato con la London Philharmonic Orchestra e con l’Orchestre National de France diretta da Kurt Masur, e ha tenuto concerti memorabili con la BBC Symphony Orchestra. La stagione successiva è stato l’Artista Residente della Konzerthaus di Berlino, sua città natale.

Società dei Concerti di Trieste - Stagione Concertistica 2010-2011

Lunedì 14 marzo 2011, ore 20.30

Politeama Rossetti, V.le XX Settembre, 45 - TRIESTE

Martin Helmchen, pianoforte

esegue

Johann Sebastian Bach, Partita n.1 in si bemolle maggiore BWV 825 [Klavierubung Vol.1]
Arnold Schoenberg, 6 Klavierstucke op. 19
Felix Mendelssohn-Bartholdy, Lieder ohne Worte op. 67 [Fac. VI]
Ludwig van Beethoven, Sonata n. 29 in si bemolle maggiore op. 106

Info: Società dei Concerti di Trieste
tel. 040 362408