Il tenore Beniamino Prior inaugura le Note di Sala del Verdi di Pordenone

Pocket News

PORDENONE - Prenderá il via mercoledì 2 novembre, alle 18, nel Teatro Verdi di Pordenone, con un piccolo evento nell’evento che porterá in teatro il tenore pordenonese Beniamo Prior, la nuova edizione di Note di sala, serie di incontri speciali dedicati a chi ama la musica, la danza e la curiosità, curati da Franco Calabretto, che condivide con il Teatro l´obiettivo strategico della formazione del pubblico.

La rassegna, nata per offrire a tutti (anche a chi non ha una preparazione specifica ma ama istintivamente la musica, l’opera, la danza) la possibilità di saperne di più sullo spettacolo che intende andare a vedere/ascoltare, ma anche semplicemente per proporre suggestioni e riflessioni piú ampie, presenta alcune novitá .

La formula, invariata, è quella del racconto/incontro, qualcosa che sta tra la conferenza, il salotto e il foyer, con relatori di altissimo profilo ma disposti anche alla chiacchierata informale, al dialogo e al confronto col pubblico. Proprio per creare un’atmosfera piú accattivante e calda, quest’anno la maggior parte degli incontri avrá luogo nel foyer del teatro e, al termine di ogni chiacchierata, al pubblico sarà offerto un delizioso cocktail in tema con l’argomento trattato.

Per il “debutto” della rassegna è stato organizzato un piccolo evento, legato all’imminente rappresentazione della Lucia di Lammermoor (domenica prossima). Mercoledì, alle 18, attorno al pianoforte, nel foyer il pubblico incontrerá Eddi De Nadai, noto direttore d’orchestra pordenonese, che racconterá al pianoforte l’opera di Donizetti accanto al celebre tenore Beniamino Prior, che interverrà con ricordi, aneddoti e riferimenti alla vocalità. E al termine, il cocktail della follia.
Il 29 novembre sará invece la volta di Gianmario Villalta. Con La musica della poesia il pubblico conoscerá piú da vicino le esperienze musicali e di ricerca nella vita e nella produzione dello scrittore e poeta premio Viareggio 2011. E in chiusura il cocktail Sapori di una poesia. 
Il 16 dicembre, legato allo spettacolo di danza Coppella, l’incontro con Cristina Bozzolini, direttrice della Scuola del Balletto di Toscana, nota didatta e coreografa, che racconterá la Coppelia di Fabrizio Monteverde, ma anche le sue esperienze, le scuole di danza in Italia, la formazione professionale dei giovani ballerini. E al termine il cocktail del dottor Coppelius.
Il 19 dicembre, infine, l’attrice Carla Manzon e Barbara Urizzi, chiuderanno la prima parte di Note di sala con una conferenza spettacolo (organizzata in collaborazione con Associazione Musicale Tarcentina) dal titolo Mi chiamo Erik Satie, come chiunque, dedicata al genio francese fondatore dell’avanguardia parigina del “Gruppo dei Sei. In chiusura il cocktail della stravaganza.

Ingresso libero.

Info: 0434 247610

www.comunalegiuseppeverdi.it