Il Trio Tchaikovsky al Castello degli Ezzelini di Bassano

Classica

Bassano del Grappa (VI) - Sabato 6 agosto ore 21.00 il Castello degli Ezzelini di Bassano ospiterà uno dei più autorevoli punti di riferimento nel panorama internazionale della musica da camera: il Trio Tchaikovsky con un denso programma che alterna musiche di Beethoven, Brahms e, ovviamente, Cajkovskij.

Il Trio Tchaikovsky si costituisce a Mosca nel 1975. I suoi componenti originari sono Pavel Vernikov, Konstantin Bogino e Sergej Slovachevsky, tre straordinari musicisti che ottengono brillantemente i rispettivi titoli accademici al Conservatorio di Mosca, nei loro strumenti e in musica da camera, studiando con i più grandi musicisti sovietici del periodo.
Già in Unione Sovietica il Trio Tchaikovsky ottiene clamorosi successi, tenendo circa 180 concerti tra il 1975 e il 1978, e partecipando ad importanti avvenimenti della vita musicale di quel periodo. Nel 1978 Pavel Vernikov e Konstantin Bogino si stabiliscono nella ex Yugoslavia, a Belgrado, e nel 1979 vincono, in duo, il Primo premio al concorso A.R.D. di Monaco e al Concorso Vittorio Gui di Firenze. Il Trio, dopo questa breve e forzata interruzione, si ricostituisce nel 1981, quando anche Anatole Liebermann lascia l'Unione Sovietica. Da quel momento l'attività concertistica del Trio si sviluppa nei più importanti centri musicali di Francia, Italia, Paesi Bassi, Yugoslavia, Finlandia, Giappone, USA e Canada. L'attuale formazione prevede oltre ai fondatori Pavel Vernikov al violino e Konstantin Bogino al pianoforte, il violoncellista armeno Alexander Chaushian.

La comune educazione musicale e la frequentazione assidua, fanno di questo Trio un formidabile interprete del repertorio scritto per questa formazione ed in particolare del repertorio russo. Grande attesa quindi per l’esecuzione del Trio op. 50 di Tchaikovsky dedicato “Alla memoria di un grande artista” (l’amico Nikolaj Rubinstein pianista e didatta di fama), unica composizione per questa formazione nella produzione da camera del grande russo, raramente eseguita proprio per il suo impianto monumentale che richiede interpreti di eccezionale livello.
In programma anche il Trio op 1 n. 1 di Beethoven dove il «sapore mozartiano» delle sonorità, dei profili melodici, delle scelte armoniche, così come l’ampiezza e la ridondanza dei prolungamenti cadenzali e delle code, rivelano un Beethoven perfetto interprete della tradizione in cui è cresciuto. Completa la serata il Trio op. 101 n. 3 di Brahms. Capolavoro assoluto, non solo nell’ambito dei trii, si staglia con i contorni netti e definiti di contenuti musicali potenti ed efficaci, e al tempo stesso concisi e compatti.
Esemplare l’originalità dell’invenzione, il piglio energico di stampo beethoveniano e lo struggente lirismo di alcuni passaggi. Pavel Vernikov suona il violino Guadagnini “Ex Contessa Crespi ex Brengola” (1747), gentilmente messo a disposizione dalla Fondazione Pro Canale Milano.

Operaestate Festival Veneto 2011

Sabato 6 agosto 2011, ore 21.00

Castello degli Ezzelini, Piazza Castello Ezzelini - Bassano del Grappa (VI)

Trio Tchaikovsky

Pavel Vernikov, violino

Konstantin Bogino, pianoforte

Alexander Chaushian, violoncello

esegue 

L. Van Beethoven, Trio op. 1 n. 1 B

J. Brahms,  Trio op. 101 n. 3

P. I. Caikovskij,  Trio op. 50 Alla memoria di un grande artista

Biglietti:  intero: €15.00 Ridotto: €13.00 (€1.00 diritto di prevendita)

In caso di maltempo: Teatro Remondini, Via Santissima Trinità, 36061 Bassano del Grappa (VI)

Info 0424/524214

www.operaestate.it