Il violoncellista Julian Steckel in concerto a Trieste

Classica

TRIESTE – Da quando ha vinto il Primo Premio alla 59° International ARD Music Competition di Monaco e il Premio del pubblico nel 2010, il Munich Chamber Orchestra Prize e l’Oehms Classics Prize, Julian Steckel è annoverato tra i violoncellisti più versatili e ricercati della scena musicale internazionale.

Già premiato al Concorso Rostropovich di Parigi, al Grand Prix Feuermann di Berlino e all’International Pablo Casals Competition di Kronberg, Steckel farà tappa finalmente in Italia, a Trieste, per il gran finale della rassegna Il 18 alle 18, proposta nell’ambito della Stagione Musicale 2013 dell’Associazione Chamber Music di Trieste, diretta da Fedra Florit e presieduta da Maria Luisa Vaccari.
Appuntamento giovedì 18 aprile, alle 18, nel Palazzo del Governo di Trieste (piazza Unità d’Italia), per un recital che si preannuncia imperdibile e raffinato, su musiche di Johann Sebastian Bach (Suite n.3 in do maggiore BWV 1009) e Zoltán Kodály (Sonata per violoncello solo op.8). 

Fra gli ultimi allievi di Boris Pergamenschikow, Julian Steckel ha proseguito gli studi con Ulrich Voss e Gustav Rivinius e si è perfezionato con Heinrich Schiff e Antje Weithaas. Ha tenuto concerti come solista con la Bavarian Radio Symphony Orchestra, Radio Symphony Orchestras di Berlino, Stoccarda, Saarbrucken, Copenhagen e Warsaw, Orchestre de Paris, Kremerata Baltica, Franz-Liszt Chamber Orchestra di Budapest nonché le Orchestre da Camera di Zurigo e Stoccarda, per la direzione di Sir Roger Norrington, Mario Venzago, Christopher Hogwood, Heinrich Schiff, Andrey Boreyko, Michael Sanderling e John Storgards.

Questi importanti appuntamenti hanno consentito a Steckel di esibirsi poi in sale da musica d’eccezione, come la Philharmonie e la Konzerthaus di Berlino, Herkulessaal e Philharmonie im Gasteig di Monaco, Laieszhalle ad Amburgo, Salle Pleyel e Théâtre du Chatelet di Parigi, Tonhalle a Zurigo, KKL di Lucerna e Seoul Arts Center. Come musicista da camera, Julian Steckel ha suonato con Lars Vogt, Christian Tetzlaff, Antje Weithaas, Isabelle Faust, Baiba e Lauma Skride, e Alexander Lonquich e con i Quartetti Ebène, Vogler e Guarneri presso festival quali ‘Spannungen’ Festival Heimbach, Lucerna, Ludwigsburg, Bonn, Schwetzingen, Zermatt, Mondsee, Cambrai e Menton.

La sua incisione, pubblicata nel 2011, dei concerti per violoncello di Goldschmidt e Korngold e dello Schelomo di Bloch con la Rheinische Philharmonic Orchestra Koblenz/Daniel Raiskin per l’etichetta AVI Music, ha ottenuto unanimi consensi dalla critica musicale internazionale. Il precedente album di successo (2009), che include tutte le opere per violoncello e piano di Felix Mendelssohn-Bartholdy, registrati con il pianista Paul Rivinius, è stato seguito a settembre 2011 da un CD di compositori francesi.

La stagione 2011/12 lo ha visto ospite della Tonhalle di Zurigo, Herkulessaal e Gasteig di Monaco, Rudolphinum a Praga, Konzerthaus di Vienna, Laieszhalle ad Amburgo, Konzerthaus di Berlin e Philharmonie di Essen oltre a varie collaborazioni con la German Radio Philharmonic Orchestra di Saarbrücken Kaiserslautern, Czech Philharmonic Orchestra, St. Petersburg Symphonic Orchestra, Philharmonic Orchestra di Belgrado. Steckel è stato recentemente nominato Professore di violoncello all’Università di Musica e Teatro di Rostock.

Stagione Cameristica 2013 dell’Associazione Chamber Music - Il 18 alle 18

Giovedì 18 aprile 2013, ore 18:00

Palazzo del Governo di Trieste (piazza Unità d’Italia),

Julian Steckel, violoncello
esegue
Johann Sebastian Bach, Suite n.3 in do maggiore BWV 1009
Zoltán Kodály, Sonata per violoncello solo op.8

Info Associazione Chamber Music
tel. 040.3480598
www.acmtrioditrieste.it