La Fenice per il Giappone. Un Concerto di solidarietà alle Sale Apollinee

Pocket News

VENEZIA - Sabato 9 aprile 2011 alle ore 16.00 le Sale Apollinee del Teatro La Fenice ospiteranno un concerto di solidarietà con le popolazioni del Giappone colpite dal terribile terremoto dell’11 marzo.

Promossa dalla Fondazione Teatro La Fenice con l’adesione dei lavoratori del Teatro, l’iniziativa sarà finalizzata a una raccolta di fondi, il cui ricavato sarà devoluto all’associazione Amici della Fenice in Giappone, nata dopo l’incendio del Teatro del 1996, che individuerà il soggetto più adatto a ricevere quanto raccolto.

Il programma si aprirà con quattro melodie giapponesi interpretate dal soprano Sanae Kachi accompagnata al pianoforte da Lisa Takashima: Hamabe no uta (La canzone della spiaggia) di Tamezo Narita (1893-1945), Haha (Madre) di Kousuke Komatsu (1884-1966), Kirito hanashita (Ho parlato con la nebbia) di Yoshinao Nakada (1923-2000) e Sayonara (Addio) dall’opera Yuuzuru (L’airone nel tramonto) di Ikuma Dan (1924-2001).
Seguirà, in versione leggermente ridotta, I mondi dei bambini (2008), concerto-spettacolo con canto, pianoforte e proiezioni di e con il mezzosoprano Manuela Marchetto (artista del Coro del Teatro La Fenice), il pianista Jeremy Norris e il tecnico di proiezione Cristiano Torresan, riflessione sulle sofferenze e lo sfruttamento dei bambini e sul potere meraviglioso del loro mondo fantastico, con musiche di Leonard Bernstein, Modest Musorgskij, Benjamin Britten, Franz Schubert, Gustav Mahler e Manuel de Falla.

La seconda parte del concerto si aprirà con due brani per violino e violoncello eseguiti dal duo Kazuki e Marumo Sasaki (primo violino dei Solisti Veneti il primo, membro della Staatskapelle di Berlino la seconda): la Sonata in sol maggiore BWV 1021 di Johann Sebastian Bach e il Duetto n. 1 in si bemolle maggiore di Alessandro Rolla.
La serata si concluderà con quattro melodie giapponesi interpretate dal mezzosoprano Misuzu Ozawa (artista del Coro del Teatro La Fenice) accompagnata al pianoforte da Carlo Rebeschini (prima parte dell’Orchestra del Teatro La Fenice): Sakura yokotyo (Nel vicolo dei fior di ciliegio) nelle due intonazioni di Sadao Bekku (1922-) e Yoshinao Nakada (1923-2000) e, dello stesso Nakada, Kami (La chioma) e Sarubia (Salvia splendens).
L’ingresso al concerto sarà libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, con libera donazione per la raccolta fondi.

La Fondazione Teatro La Fenice contribuirà all’impegno per il Giappone anche con un’ulteriore iniziativa: fino a lunedì 11 aprile, presso il bookshop del Teatro La Fenice aperto al pubblico con orario 9.30-20.00, sarà possibile effettuare una libera donazione che verrà devoluta all’associazione Amici della Fenice in Giappone; a fronte di una donazione minima di € 10,00 si potrà ricevere in regalo il puzzle del Teatro La Fenice, in ricordo dell’affettuosa solidarietà di cui godette il Teatro nei difficili anni della sua ricostruzione.
 
Sabato 9 aprile 2011,
ore 16:00

Sale Apollinee del Teatro La Fenice, Campo San Fantin San Marco 1965 - VENEZIA

La Fenice per il Giappone

Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, con libera donazione per la raccolta fondi

Info: www.teatrolafenice.it