La Prima Giornata Europea dedicata alla musica antica al Festival Wunderkammer di Trieste

Pocket News

TRIESTE - Concerti, conferenze ed eventi collaterali che avranno luogo contemporaneamente in oltre 20 Paesi in tutto il continente, con l’intento di celebrare la memoria viva dell’eredità musicale storica europea e far conoscere la musica antica a un più vasto pubblico.

E’ questo l’obiettivo della Prima Giornata Europea della Musica Antica, che si celebrerà il prossimo 21 marzo, data d’inizio della primavera e compleanno di Johann Sebastian Bach.

Questa nuova festività Europea, supportata dalla European Broadcasting Union sotto il patronato della signora Androulla Vassiliou, membro della Commissione Europea, è organizzata dalla Rete Europea della Musica Antica (REMA - Réseau Européen de Musique Ancienne / European Early Music Network), che riunisce e coinvolge nelle celebrazioni oltre sessanta festival in più di venti paesi dell’Unione, tra i quali Wunderkammer, unica realtà musicale in Friuli Venezia Giulia, parte di questa Rete.

Per l’occasione i Civici Musei di Trieste insieme a Wunderkammer e alla Società dei Concerti di Trieste, co-organizzatori dell’evento, proporrà un’intera giornata incentrata sulla musica antica all’interno del Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” di Trieste.

Tra le accattivanti iniziative in programma per questa Prima Giornata Europea della Musica Antica del 21 marzo un’esposizione con visite guidate (alle 12.30, 17.30 e 19.30) sugli strumenti utilizzati tra il Medioevo e il primo Barocco Theatrum Instrumentorum, proveniente dalla Sala degli stati Provinciali del Castello di Gorizia. E a partire dalle 11 una tavola rotonda aperta al pubblico e a ingresso libero dal titolo La vitalità della Musica Antica con esperti e organizzatori del Friuli Venezia Giulia: Maria Masau Dan (Direttore Civici Musei), Stefano Bianchi (Direttore Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl"), Andrea Lausi (Direttore artistico del Festival WunderKammer), Giovanni Baldini (Direttore artistico Società dei Concerti, Trieste), Alessio Rosati (Sienafestival), Paolo Cecere (Centro Giuliano Musica Antica, Gorizia), Stefano Trevisi (Alma Musicae, Treviso), il tenore Gian Paolo Fagotto (Ilma), Alberto Busettini (Piccola Akademia), Marco Feruglio (Direttore artistico Teatro Nuovo Giovanni da Udine).

Inoltre è previsto per questo straordinario evento che unisce diverse associazioni del territorio, la riproposta, dal cartellone di Wunderkammer 2012, del vibrante e sensoriale spettacolo Musa Indiana, spettacolo prodotto in collaborazione con Sienafestival, con Paola Erdas, Fabio Accurso e con il virtuoso indiano di tabla Shyamal Maitra nella Sala Bazlen alle 20.30.

Alle 18.30 invece è in programma il concerto di musiche medievali e rinascimentali di autori friulani Flores Aquileiae, a cura dell’ensemble Dramsam di Gradisca d’Isonzo; a esibirsi per l’occasione Alessandra Cossi (canto, symphonia e campane), Fabio Accurso (liuto, traversa medievale e percussioni), Gianpaolo Capuzzo (flauti diritti) e Giuseppe Paolo Cecere (viella, salterio, ghironda e canto).

Grazie a un accordo globale sottoscritto dal REMA con il sito di eventi online U-Sophia (u-sophia.com)di Tel Aviv tutti i momenti dell’evento di Trieste saranno trasmessi su internet in alta definizione e il pubblico di Trieste potrà partecipare virtualmente agli eventi organizzati in tutta Europa dagli altri membri della rete REMA, che verranno trasmessi in diretta sugli schermi dislocati all’interno del museo.