Michele Campanella e l'Orchestra Cherubini interpretano Liszt al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Classica
Domenica 27 marzo l’attesissimo concerto interamente dedicato al grande musicista nel bicentenario della nascita

UDINE – Con un programma interamente dedicato a Franz Liszt, di cui ricorre il bicentenario della nascita, Michele Campanella farà tappa domenica 27 marzo alle 20.45 sul palco del Giovanni da Udine.

Per l’occasione, il celebre pianista vestirà anche i panni del direttore guidando l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, creatura di Riccardo Muti, ormai in residenza al “Giovanni da Udine” (dove proprio assieme a Muti, nel 2009, ha raccolto un successo strepitoso eseguendo la Missa Defunctorum di Giovanni Paisiello).
L’attesissimo concerto, ricordiamo, sarà introdotto e approfondito, sabato 26 marzo alle 9.00, dall’ultimo appuntamento con OradiMusica, il progetto rivolto alle Scuole ma anche a tutti i “curiosi” (l’ingresso è libero e il coffee break verrà offerto da Orocaffè e da Martinig – Alta pasticceria da forno).
Campanella e la “Cherubini” affronteranno quattro capolavori per pianoforte ed orchestra dell’immenso compositore: Totentanz, la Fantasia Ungherese, il Primo e il Secondo Concerto.

La mia idea – sono parole dello stesso Campanella – è che la scrittura orchestrale di Liszt abbia sempre origine dalla tastiera. L’orchestra, secondo me, dovrebbe quindi suonare in modo simile al solista. Un’unità d’intenti, un suono e una dinamica omogenei rendono più comprensibile e affascinante la creazione di Liszt, sottolineando la sua coerenza che viceversa viene mortificata da performance di routine. Dato che la musica lisztiana è un concentrato di enorme energia, sono sicuro che la scelta di un’orchestra di giovani sia appropriata e vincente.

Negli anni trascorsi a Vienna, tra il 1822 e il 1823, Liszt ebbe l’opportunità di esibirsi varie volte. Al suo secondo concerto pare fosse presente anche Beethoven che, entusiasta, avrebbe stampato un bacio sulla fronte del giovane talento. L’episodio non è storicamente provato ma certamente contribuì a creare intorno a quell’astro nascente un alone leggendario, che lo avrebbe presto trasformato nel più acclamato pianista dell’Ottocento.
L’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, fondata da Riccardo Muti nel 2004, è formata da giovani strumentisti, tutti sotto i trent’anni, selezionati attraverso centinaia di audizioni. In questi anni l’orchestra, sotto la direzione del suo fondatore, si è cimentata con un repertorio che spazia dal barocco al Novecento alternando ai concerti in moltissime città italiane importanti tournée in Europa.
Considerato uno dei maggiori virtuosi e interpreti lisztiani, Michele Campanella ha affrontato in oltre 40 anni di attività molte tra le principali pagine della letteratura pianistica. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998, nel 1986 il Ministero della Cultura ungherese gli ha conferito la medaglia ai “Meriti lisztiani”, e lo stesso riconoscimento è venuto nel 2002 dall’American Liszt Society.

Stagione Sinfonica 2010-2011

Domenica 27 marzo 2011, ore 20:45

Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Ttrnto 4 - UDINE

L'Orchestra Cherubini
Michele Campanella, pianoforte e direzione

esegue

Franz Liszt,Totentanz

Fantasia Ungherese

Primo Concerto

Secondo Concerto

Info: Ufficio Scuola del Teatro Nuovo

tel. 0432.248418)

www.teatroudine.it