Vicenza Jazz 2011 si chiude con Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura

E20
Al Teatro Olimpico accompagnati dal Coro A Filetta presentano il progetto Mistico Mediterraneo

VICENZA - Con i numerosi e rilevanti appuntamenti di sabato 14 maggio, giunge al termine la sedicesima edizione di New Conversations – Vicenza Jazz, che sarà ricordata come una delle più frequentate dal pubblico, sia locale che proveniente da fuori regione.

Per questa sua ultime serata (al Teatro Olimpico, inizio ore 21) il festival gioca una delle sue carte migliori, il progetto Mistico Mediterraneo del trombettista Paolo Fresu, che darà vita a musiche di bellezza ancestrale assieme a Daniele di Bonaventura (bandoneon) e al Coro A Filetta, proveniente dalla Corsica. Per il concerto di Fresu, i cui posti sono andati tutti esauriti in prevendita, è attiva una lista d’attesa per eventuali biglietti restituiti la sera del concerto.

cultura jazzistica con i suoni della tradizione mediterranea. Più volte era toccato alle musiche della terra d’origine di Fresu, la Sardegna, omaggiata nei progetti Sonos ’e memoria ed Ethnografie. Ora, con un leggero spostamento sulle acque del Mediterraneo e accompagnata dal bandoneon di Daniele di Bonaventura, la sensibilità musicale di Fresu approda in Corsica, dove incontra il coro A Filetta. Da qui nasce Mistico Mediterraneo, che dopo sporadiche apparizioni dal vivo è finalmente giunto da poco su disco, immortalato dalla ECM.

Per quanto geograficamente vicina alla terra di Fresu, la Corsica ha una tradizione vocale tutta sua. La polifonia còrsa sembra come scavata dall’interno dal delicato ma incessante lavoro di una vena carsica: un’espressività assai diversa rispetto a quella dei tenores sardi, le cui linee paiono invece sbalzate a colpi di scalpello. Nelle fini screziature della vocalità còrsa, le emozioni lievitano progressivamente, in volute ipnotiche e suadenti: risulta difficile immaginare un contesto più ideale per l’inserimento del personale lirismo della tromba di Fresu.

Il Panic Jazz Cafè Trivellato continuerà la sua notevole programmazione ai Chiostri di Santa Corona (ore 22), con i Dajaloo, formazione nella quale un gruppo di percussionisti senegalesi si incrocia con il meglio del jazz italiano: Pietro Tonolo (sassofoni), Giampaolo Casati (tromba, cornetta), Roberto Rossi (trombone, conchiglie), Giancarlo Bianchetti (chitarra), Dudu Kouate, Naby Camara, Alex Bottoni, Moulaye Niang (percussioni).

Da sempre interessato alla musica e alla cultura africana, il sassofonista veneziano Pietro Tonolo ha concretizzato questa passione nel progetto Dajaloo, nel quale quattro musicisti italiani si incontrano con un gruppo di percussionisti senegalesi.

Due concerti di livello animeranno il pomeriggio vicentino: il gruppo di percussionisti e danzatori Odwalla sarà al Teatro Astra (ore 17), mentre alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari (ore 18) ci sarà una performance multimediale per opera di Enrico Intra (pianoforte), Gulio Visibelli (sax) e Pino Ninfa (fotografie).

Fondata nel 1989 da Massimo Barbiero, Odwalla è una formazione di soli strumenti a percussione. Dotata di grande impatto sonoro e caratterizzata da una vasta gamma di strumenti impiegati, la band affronta qualsiasi forma musicale, dal jazz all'Africa, dalla danza alla musica contemporanea, mantenendo un equilibrio fra improvvisazione e scrittura. La formazione alterna momenti di maggior fragranza, anche melodica, ad autentiche esplosioni percussive durante le quali le due batterie, le percussioni etniche e gli attrezzi più disparati diventano letteralmente incandescenti. Nel corso degli anni, Odwalla ha ospitato nelle sue file musicisti importanti come Mino Cinelu, Billy Cobham, Don Moye…

Il rapporto fra suono e immagine viene sviluppato nell’incontro tra il pianista Enrico Intra e il fotografo Pino Ninfa. Intra interagirà con dodici serie fotografiche (alcune spettacolari e astratte, realizzate nel corno d’Africa), creando per ognuna un agglomerato musicale: situazioni sonore che coniugano le scelte timbriche con il dinamismo dei percorsi suggeriti dalla sequenza delle immagini.

La giornata sarà poi completata dai concerti del Jazz Ensemble del Conservatorio (ore 17 al Conservatorio “A. Pedrollo”) e del Tin Pan Alley Trio (ore 23, Loggetta del Giardino del Teatro Olimpico).

Non va poi dimenticato che quella di sabato 14 sarà la Notte dei Musei, con un’apertura straordinaria dei musei cittadini dalle ore 21 alle 24: Pinacoteca di Palazzo Chiericati, Museo Naturalistico di S. Corona, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Museo Diocesano.

Dal 6 al 14 maggio 2011

Vicenza Jazz Festival 2011 -  16° Edizione - New York New York

Direzione artistica: Riccardo Brazzale

Sabato 14 maggio

Il programma

ore 18:00

Gallerie di Palazzo Leoni Montanari

Sound and Image

Enrico Intra (piano) con Giulio Visibelli (sax) e Pino Ninfa (fotografie)

ore 21:00

Teatro Olimpico

Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura e Coro A. Filetta - Mistico mediterraneo

Paolo Fresu ( tromba, flicorno), Daniele di Bonaventura ( bandoneon) & Coro A. Filetta: Jean-Claude Acquaviva (seconda), Paul Giansily (terza), Jean-Luc Geronimi (seconda), José Filippi (bassu), Jean Sicurani (bassu), Maxime Vuillamier (bassu), Ceccè Acquaviva (bassu)

ore 22:00

Chiostri di S. Corona - Panic Jazz Caffè Trivellato

Dajaloo di Pietro Tonolo 

Pietro Tonolo (sax), Giampaolo Casati (tromba e cornetta), Roberto Rossi (trombone e conchiglie), Giancarlo Bianchetti (chitarra elettrica), Dudu Kouate (percussioni, strumenti vari), Naby Camara (percussioni), Alex Bottoni (percussioni), Moulaye Niang (percussioni)

ore 17:00

Conservatorio “A. Pedrollo”, sala concerti

Jazz Ensemble del Conservatorio

ore 17:00

Teatro Astra

Odwalla (in collaborazione con la cooperativa Mosaicoeaias)

ore 17:00

Opera food & drinks

Annecy Young Jazz Ensemble

Antoine Lombart (sax), Richard Foy (sax), Laurent Thomassin / Geoffrey Fiorese (piano), Adrien Halin (chitarra), Geoffrey Hartley (batteria)

ore 19:00

Moplen

Francesca Bertazzo Trio

Francesca Bertazzo (voce e chitarra), Beppe Pilotto (basso), Marco Carlesso (batteria)

ore 19:00

Bar Astra

Michele Polga On The Rhodes Trio

Michele Polga (sax), Paolo Birro (fender rodhes), Walter Paoli (batteria)

ore 19:00

Osteria Ai Monelli

A bassa voce

Toni Moretti (basso), Claudia Valtinoni (voce)

ore 20:30

Bar Borsa

Regno di Schiena

Sabrina Turri (Voce), Simone Piccoli (Tastiere), Alberto de Rossi (Chitarre), Davide Pezzin (Basso), Davide de Vito (Batteria)

ore 21:00

Enoteca Malvasia

X - Lab

Paolo D'Ambrosio (piano), Federico Ceccato (basso), Alessandro Lupatin (batteria)

ore 21:00

Russian Pub

Rodighiero–Gonzaga Duo

Dario Rodighiero (piano), Riccardo Gonzaga (chitarra)

ore 21:00

Musei della città

La notte di musei

apertura straordinaria ore 21-24 dei musei cittadini (Pinacoteca di Palazzo Chiericati, Museo Naturalistico di S. Corona, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Museo Diocesano)

ore 21:30

Julien

Morris & The Magicals

Morris Ponzio (voce), Primo Fava (chitarra), Lorenzo Pignattari (basso), Massimo Marcante (batteria)

ore 22:00

Bar Astra

Areazione

Alan Bedin (voce), Daniele Sartori (chitarra), Cristiano Fracaro (tastiere e synth), Filippo Rinaldi (basso), Massimo Tuzza (batteria e percussioni)

ore 23:00

Loggetta del Giardino del Teatro Olimpico

Tin Pan Alley Trio

Nicola Fazzini (sax), Lorenzo Conte (basso), Luca Colussi (batteria)

 

Prezzo concerto Teatro Olimpico: intero euro 25 + d.p.; ridotto euro 20 + d.p.

Prezzo concerto Panic Jazz Cafè Trivellato: 5 euro compresa bibita 

Prezzo concerto Teatro Astra: 10 euro

Info: Assessorato alla Cultura – Ufficio Festival

tel.: 0444 221541 – 0444 222101

info@vicenzajazz.org

www.vicenzajazz.org