Oggettosoggetto: Enrico Baj in mostra all'Anfiteatro Arte di Padova

Verniss@ge

[img_assist|nid=10098|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PADOVA - Oggettosoggetto è il titolo un po’ ludico e informale di una mostra dove tutto, dalla scelta delle opere alla fotografia, dall’impaginato passando per i testi, viene legato a questa particolare chiave di lettura dove l’oggetto e la materia si fondono e confondono diventando i protagonisti incontrastati di un racconto colorato e affascinate.

La galleria Anfiteatro Arte ospita, dopo Mario Schifano, Piero Dorazio e la collettiva San Lorenzo e dintorni, dal 25 ottobre al 6 gennaio 2008 una prestigiosa personale di Enrico Baj.

Un’esposizione di circa cinquanta opere voluta curata da Lalli e Mattia Munari e realizzata con la preziosa collaborazione di
Roberta Cerini Baj e di Giorgio Marconi. La mostra, patrocinata[img_assist|nid=10099|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=556] da Comune e Provincia, vuole documentare la ricerca di Enrico
Baj focalizzando l'attenzione dello spettatore sull'inizio e sulla fine dello splendido percorso di un artista che, con la sua personalissima visione del fatto estetico, ha saputo intrigare pubblico e critica divenendo uno dei personaggi più eccentrici e importanti della cultura contemporanea italiana ed europea.
Al di fuori di ogni logica scontata e banale, Baj ha saputo essere moderno nel far cortocircuitare il continuo flusso di
stimoli e intersezioni che caratterizzano il nostro tempo con il mondo della tradizione e del ricordo
- Elena Forin
In occasione dell’evento Anfiteatro Arte acquisterà una nuova veste: l’ open-space verrà movimentato da pareti e nicchie
disposte per temi, in un disegno di suggestione dato da un apparente smembramento delle forme. La nuova scena sarà dominata da una particolare opera, la
Scacchiera di Baj, che l’artista realizzò alla fine degli anni Ottanta. Guardando la Scacchiera ho l'impressione di leggere molto dell'opera di Enrico Baj. E' come se un artista ormai maturo avesse voluto lasciarci una preziosa eredità racchiusa tra alfieri, regine e cavalli. La partita della vita. Ma anche la favola della vita che in fondo è sempre un gioco. - Mattia Munari

Dal 25 ottobre 2007 al 6 gennaio 2008

Anfiteatro Arte, Via Ognissanti 33 - PADOVA

Enrico Baj - Oggettosoggetto

A cura di Lalli e Mattia Munari

Vernissage: 25 ottobre 2007, alle ore 18:00, Al vernissage sarà presente Roberta Cerini Baj, vedova dell’artista. Alle 18.30

il Prof. Luciano Caprile presenterà la mostra in galleria.

Orario: dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30 o su appuntamento

Info: Tel. 0498075616
info@anfiteatroarte.com
www.anfiteatroarte.com