A Onde Mediterranee la world music dei Terrakota e di Badara Seck

Rassegne
[img_assist|nid=7809|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Doppio appuntamento domenica 8 luglio a Onde Mediterranee 2007. Al Parco della Basilica di Aquileia a tutta world music con il meltin' pot dei Terrakota, un collettivo di musicisti provenienti da Portogallo, Angola, Mozambico e Italia. Mentre a Monfalcone, in Piazza della Repubblica, si esibirà il griot senegalese Badara Seck. I due concerti sono a ingresso gratuito. Badara Seck, nativo del Senegal, è discendente di una famiglia di Griots, i depositari dell'arte e della parola dell'Africa. Giovanissimo ma già dotato di grande carisma, oltre che di incredibili doti vocali, ha cominciato a girare il mondo con la sua voce e le sue storie, poi con le canzoni e le musiche da lui stesso composte. Prima in Canada e nei paesi dell'Africa centro-occidentale, poi in Svizzera, nel resto d'Europa e in Italia, anche se con frequenti e lunghi soggiorni in patria, dove ha continuato ad esercitare il suo ruolo di musicista e Griot facendo tesoro della sua esperienza internazionale. Ha partecipato a numerosi festival[img_assist|nid=7810|title=|desc=|link=none|align=left|width=578|height=640] internazionali e italiani: in particolare è stato scelto come unico degno sostituto della grande Miriam Makeba per la voce solista della famosa Messa Luba. Ha poi partecipato a Roma e Firenze, nel 2000, all'evento Africa Poesia, in compagnia fra gli altri di Francis Bebey, poeta, musicista, scrittore e personaggio "totemico" della cultura africana. In seguito è stato uno dei personaggi si spicco dell'evento multiliguistico Hypertext-Ulisse, sostenuto dalla Comunità Europea nell'ambito del progetto Euro-Mediterraneo. Con il suo gruppo, Penc, si è esibito in numerosissimi concerti in Italia, in Europa e in Africa. Ha partecipato, su sollecitazione di Mauro Pagani, alle realizzazione degli ultimi cd del cantante Massimo Ranieri e da 5 anni lo accompagna in tutti i suoi concerti. Badara Seck fa parte della nuova generazione dei Griots che hanno girato il mondo ma non intendono rinunciare alla propria identità nè a un ruolo attivo nelle trasformazioni dell'Africa e degli Africani. Le sue canzoni e i suoi progetti musicali ne sono una testimonianza straordinaria. E' ideatore del progetto Rungpung, concepito per Fabbrica Europa 2004 a Firenze, che vuole essere una sintesi della sua esistenza, delle sue idee, e della sua straordinaria esperienza insieme artistica e professionale. Badara chiama a partecipare al progetto prestigiosi musicisti Africani e raccoglie intorno a sè diversi musicisti, percussionisti e danzatori africani residenti in Italia: artisti di grande talento spesso con poche possibilità di esprimerlo. Residente a Lisbona, composto da portoghesi, angolani, mozambicani e un italiano, Terrakota è già diventato un fenomeno cult in Portogallo. Era da molto che non si vedeva un tale fenomeno: un gruppo senza un contratto discografico capace di radunare una legione di fans fedeli e irriducibili. La loro popolarità è l'effetto del passaparola; la verità è che, a chi assiste a un concerto dei Terrakota viene la voglia di dirlo a [img_assist|nid=7811|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=422]tutti. Tutto è arrangiato con sapienza e fedeltà alle fonti, ma anche con una dose sufficiente di umorismo e senza dimenticare le preoccupazioni di carattere sociale, politico ed ecologico. La musica dei Terrakota può essere descritta come un'eccellente fusione di sonorità africane provenienti tanto dal continente-madre che da tutti i destini migratori del popolo africano sparso per il pianeta : Mali, Senegal, Burkina Faso, Guinea, Marocco per cominciare, poi Jamaica (reggae e ska), Brasile, Cuba, fino ad approssimazioni, divertite e poco ortodosse, di musica russa e greca. Il loro è uno spirito di pace e di festa, di comunione di sentimenti e luoghi che viene immediatamente percepito e condiviso dal pubblico. Onde Mediterranee 2007 Domenica 8 luglio 2007, ore 21.30 Piazza della Repubblica - Monfalcone (Go) Badara Seck Ingresso libero Parco della Basilica - Aquileia (Ud) Terrakota Rumi: voce; Junior: voce, chitarra melodica, ballafon, djembe, sabar, tama Alex: chitarra elettrica e acustica, n'goni, kissange, cori; Francesco: Basso elettrico David: Batteria, Voce, ballafon, crotales Humberto: djembè, darabuka, bateria, ballafon, N'Goni, tama, didjeridoo, bendir; Nataniel: congas, cuica, darabuka, bata, melodica, steel drum, repenique Ingresso libero www.ondemediterranee.it