Passion di Jean-Luc Godard al Visionario per Anatomia del film

ConSequenze
UDINE - Il prossimo appuntamento con Anatomia del film, il percorso di analisi sequenza per sequenza condotto da Giorgio Placereani, sarà dedicato al film Passion (1982) di Jean-Luc Godard. Il film verrà proiettato al Visionario domani martedì 16 febbraio alle ore 17.30 e verrà analizzato, nella stessa sede, giovedì 18 febbraio alle ore 17.30. Passion  è uno dei capolavori massimi di Jean-Luc Godard, il cineasta omaggiato da Lo Sguardo dei Maestri 12 (Passion Godard: il cinema (non) è il cinema, Udine/Pordenone 21 ottobre 2009 – 6 febbraio 2010). Paragonato dallo stesso Godard ad una sinfonia classica per struttura e modello di esposizione, Passion si apre in un villaggio svizzero dove il regista polacco Jerzy e la sua troupe sono alle prese con la realizzazione di un documentario sui maestri della pittura occidentale (da Rembrandt a Goya, da Delacroix a Ingres). Le vicende del set si intrecciano a quelle private e sentimentali del regista, della proprietaria dell’albergo (H. Schygulla) in cui alloggia la troupe, di suo marito (M. Piccoli) e dell’operaia rivoluzionaria Isabelle (I. Huppert). Le vicende della vita sembrano svolgersi in modo casuale con sovrapposizioni di dialoghi, gag e deformazioni del linguaggio cinematografico; quelle del set sembrano dominate da una logica e un ordine assoluti e tutto pare procedere in modo limpido, quasi impeccabile. Le musiche di Mozart, Beethoven, Ravel e Fauré accompagnano immagini sublimi, di massimo fulgore e di eccelsa definizione plastica e cromatica  (grazie alla fotografia di Raoul Coutard). Godard, ancora una volta, sancisce come la passione animi in eguale misura la vita e il lavoro. Anatomia del film Cinema Visionario, via Asquini 33 - UDINE Passion (Le Travail et l'amour) Fra/Svi 1982, 87’, col. con Isabelle Huppert, Michel Piccoli, Hanna Schygulla Martedì 16 febbraio 2010, ore 17.30 proiezione Giovedì 18 febbraio 2010, ore 17.30 analisi  Info: tel. 0432299545 giulia@cecudine.org www.cecudine.org