Pilobolus Dance Theater lunedì 12 marzo al Giovanni da Udine

Pas des deux

[img_assist|nid=4634|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE – Grandissima attesa, al Teatro Nuovo, per l’arrivo di uno dei maggiori team artistici del mondo: lunedì 12 marzo, alle 20.45, l’ormai leggendario Pilobolus Dance Theater salirà infatti sul palco per deliziare gli spettatori con il programma celebrativo dei 35 anni di attività.

Uno spettacolo-evento dove danza e acrobazia sovvertono i canoni tradizionali e si mescolano senza sosta, sprigionando meraviglia, sorrisi e, ovviamente, forti emozioni (l’appuntamento, ricordiamo, è incastonato nel calendario che porta la firma di Rodolfo Castiglione). Unanime e compatta l’opinione della critica e del pubblico: Esibizioni perfette, coreografie avvincentissime, passione, tecnica, incanto. E ancora: Il gruppo ha mantenuto fermi, nel corso del tempo, gli aspetti fondamentali che lo hanno caratterizzato sin dall’inizio: la bravura eccezionale dei danzatori e il convergere delle idee di tutti i componenti nell’atto creativo.

Il Pilobolus, in natura, è uno zigomicete fototropico, un fungo amante del sole che si diffonde nelle aie e sui terreni da pascolo. Un piccolo organismo aggressivo che può diffondere le proprie spore ?no a duecento metri di distanza dal luogo d’origine. Il nome perfetto, insomma, con cui battezzare un piccolo organismo gemello, ugualmente amante del sole ugualmente aggressivo e ugualmente capace di diffondere le proprie spore: la straordinaria compagnia fondata da Moses Pendleton, Jonathan Wolken e Alsion Chase... Il vocabolario ?sico del Pilobolus Dance Theater non proviene dalla lunga[img_assist|nid=4635|title=|desc=|link=none|align=right|width=570|height=640] tradizione di movimenti codi?cati ma è inventato, completamente anarchico, e scaturisce da lunghissimi periodi di prova dedicati all’improvvisazione e alla fantasia (citando, ancora, la critica: I Pilobolus riescono a trasformare i principi-base dell’equilibrio, della sollecitazione e della forza centripeta in movimenti narrativi. La conoscenza fisica dei danzatori permette loro di fondere punti di vista viscerali ed intellettuali). Un processo che, nell’arco di 90 titoli, ha trasformato il piccolo organismo in una delle più apprezzate e originali realtà artistiche del nostro tempo…

I Pilobolus vivono e lavorano a Washington Depot, una piccola città rurale del Connecticut, e le loro coreografie fanno parte dei repertori delle più importanti compagnie di danza mondiali. Il gruppo è stato insignito di diversi riconoscimenti tra cui il Berlin Critic’s Prize, il Brandeis Award, il New England Theatre Conference Prize, il Primetime Emmy Award per l’apporto dato alla programmazione culturale e il Samuel H. Scripps American Dance Festival Award per il contributo nel campo della coreografia.
Per informazioni, contattare il numero 0432.248418 o consultare il sito ufficiale del “Giovanni da Udine” (www.teatroudine.it).