Punta della dogana François Pinault Foundation, i nuovi spazi per l’arte a Venezia in un incontro al Candiani di Mestre

InContri
Mestre (VE) - Appuntamento, lunedì 5 ottobre alle ore 18.00 al Centro Culturale Candiani, per l’incontro dal titolo Punta della dogana François Pinault Foundation, a cura di Monique Veaute Amministratore Delegato e Direttrice di Palazzo Grassi e Pietro Dottor responsabile del Dottor Group Spa, dedicato al nuovo spazio espositivo cittadino che ospita una selezione di opere della collezione François Pinault.
 
Nell’aprile del 2007 Palazzo Grassi si aggiudica il concorso per la creazione di un centro d’arte contemporanea. Nell’incontro al Candiani si ripercorreranno le tappe fondamentali  dei  lavori di restauro che -  durati circa 14 mesi,  fino al 6 giugno 2009 con l’apertura al pubblico di della mostra Mapping the Studio: Artists from the François Pinault Collection a Punta della Dogana e Palazzo Grassi - sono stati affidati all’architetto Tadao Ando.

Nel rispetto del progetto originale dell’edificio, tutte le partizioni aggiunte nel corso delle ristrutturazioni precedenti sono state rimosse, al fine di ripristinare le forme originali della primissima costruzione riportando alla luce, in tal modo, le pareti in mattoni e le capriate e facendo ritrovare allo spazio la propria energia che rimanda alle antiche usanze marinare della città.

Anche la ristrutturazione esterna dell’edificio ha previsto un attento recupero delle facciate originali a parte le entrate, completamente sostituite con porte e finestre nuove, che nonostante la modernità degli elementi in acciaio e in vetro,  si appoggiano di fatto all’artigianato veneziano tradizionale.

Grazie all’incontro e alla giustapposizione di elementi antichi e nuovi, l’edificio sa quindi riunire il passato, il presente e il futuro ed è questa, alla fine, la cosa più importante e la vera scommessa per Venezia  perchè come Ando stesso afferma:

… questo confronto, questo dialogo tra Vecchio e Nuovo, rappresenterà nell’immediato futuro una forza trainante che determinerà il futuro della città

Ingresso libero