Quotidiana2: quando l'arte orafa incontra la creatività in una mostra a Udine

UDINE - Sarà inaugurata venerdi 16 novembre alle 17.30  presso lo spazio artististico di Abitare il thèmpo la seconda edizione di Quotidiana2 la mostra orafa organizzata dall’Associazione Culturale Yunica con il patrocinio della Provincia di Udine e dell’Associazione Gioiello Contemporaneo.

La tradizionale abilità degli orafi combinata con l’immaginazione e la creatività nel combinare tra loro materiali differenti, forme geometriche minimali, tecniche antiche del gioiello, smalti, linguaggi nuovi e moderni: queste le caratteristiche dell’esposizione che da venerdì 16 fino al 24 novembre sarà visitabile presso gli spazi artistici di Abitare il Thèmpo (via Mercatovecchio 18) e presso il Laboratorio Artistico Zanini, via N. Sauro, 1, gentilmente messi a disposizione per questi giovani ma già affermati artisti friulani tutti con un curriculum veramente mondiale…
Artisti più conosciuti all’estero che in Friuli: Alessia Semeraro, Giovanni Sicuro e Stefano Zanini, Patrizia Bonati  (quest’ultima artista ospite da Cremona) realizzano vere e proprie opere d’arte, piccole sculture da indossare per evidenziare il loro modo di percepire la realtà e di rappresentarla.  I loro anelli oltre alle tradizionali funzioni decorative, hanno perciò anche un valore culturale, esprimono i modelli di arte minimal e concettuale che gli orafi hanno fatto propri: i ferri di Dino, le superfici cromatiche di Rothko, l’informale materico di Burri. Anelli per un pubblico colto dunque, non status symbol da esibire. La preziosità non dipende né dall’unicità dell’oggetto, né dalla preziosità dell’oro, ma dall’intervento dell’autore che comunica così il suo messaggio interagendo con il fruitore.”
Alessia Semeraro (Palmanova 1966) la capogruppo, è affascinata dalle combinazioni di ferro, argento e oro. Dopo aver studiato a Londra e a Firenze e le sue creazioni sono presenti nelle gallerie di Londra New York, Barcellona, Vienna. Alcuni suoi gioielli fanno parte delle collezioni permanenti del Museo di Turnov a Praga e del Museo degli Argenti nel Palazzo Pitti di Firenze. Alessia Semeraro è attirata anche dalle trasformazioni dei materiali: il legno che si carbonizza acquistando una tonalità nero lucente che ben si abbina all’oro, il carbone che compone instabili anelli sculture e che diventa calco per trasformarsi nuovamente in oggetti massicci di argento, che hanno perso la fragilità dei prototipi.
Stefano Zanini, presenta anelli il cui gambo è costituito da antichi chiodi di ferro fatti a mano, recuperati con pazienza da antiche assi, su cui salda come castoni “pepite d’oro” che li fanno assomigliare a “ingenui disegni infantili, anelli per fate moderne”.
Oro che si compone con smalti… in questa tecnica il maestro è Giovanni Sicuro (Castions di Strada 1971). A gennaio 2008 esporrà i suoi gioielli al Victoria and Albert Museum di Londra. E’ l’unico del gruppo ad usare le variazioni cromatiche. Ha frequentato l’Accademia di Venezia e i suoi bracciali, anelli e spille hanno forme scultoree essenziali basate sul cilindro, adatte a far emergere il valore cromatico delle superfici lavorate con preziosi smalti a fuoco.
Sono invece le forme circolari le lastre d’oro martellate e tagliate che caratterizzano la produzione della cremonese Patrizia Bonati ospite dell’edizione 2007. Dunque tutte opere uniche e rigorosamente fatte a mano, assolutamente da vedere e saper apprezzare.

Dal 16 al 24 novembre 2007 

Abitare il Thèmpo, via Mercatovecchio, 18 - UDINE

Laboratorio Artistico Zanini, via N.Sauro, 1 - UDINE

Quotidiana2

Artisti: Stefano Zanini, Alessia Semeraro, Giovanni Sicuro, Patrizia Bonati

Vernissage: venerdì 16 novembre, ore 17.30 presso Abitare il Thèmpo l’anteprima, dove ci sarà spazio anche per la presentazione degli artisti curata dalla storica dell’arte Dott.ssa Gabriella Bucco, e successivamente la mostra continuerà  alle 18.30 presso il laboratorio orafo Zanini.

Orario: martedì-sabato, dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:30 presso il Laboratorio Zanini anche lunedì mattina e domenica pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30

Ingresso libero

Info: yunica.press@gmail.com