Sergej Krylov e Aleksandar Madzar eseguono Beethoven, Schoenberg e Schubert al Toniolo di Mestre

Classica
[img_assist|nid=17284|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Mestre (VE) - Con un classico duo di violino e pianoforte riprende al Teatro Toniolo di Mestre la Stagione di musica sinfonica e da camera, organizzata dal Comune di Venezia, Produzioni Culturali e Spettacolo in collaborazione con gli Amici della Musica di Mestre. Si tratta in verità di un duo inusuale, formato da due grandi solisti, quali il violinista russo Sergej Krylov e il pianista serbo Aleksandar Madzar, che si sono uniti per l'occasione. Al Teatro Toniolo martedì 13 gennaio alle ore 21,00 insieme propongono al pubblico mestrino un classico programma, che prevede nella prima parte della serata la celeberrima Sonata n. 9 in La maggiore op. 47 di Ludwig van Beethoven, detta “A Kreutzer”, e un tutto Franz Schubert nella seconda, con la Sonatina in Re maggiore D. 384 (op. 137 n. 1) e nel finale la Fantasia in Do maggiore D. 934. Vincitori entrambi di importanti concorsi internazionali agli inizi della carriera, “Lipizer” di Gorizia, “Stradivari” di Cremona e “Kreisler” di Vienna per Krylov, “Leeds” e “Busoni” per Madzar, Sergej Krylov e Aleksandar Madzar hanno intrapreso singolarmente una prestigiosa carriera che li ha portati ad esibirsi nelle più celebri sale concertistiche del mondo. Krylov ha collaborato con personalità artistiche quali Vladimir Ashkenazy, Michail Pletnev, Yuri Bashmet, Julian Kovatchev, ma soprattutto fondamentale per lui è stata la figura di di Mstilav Rostropovich per il rapporto di amicizia e stima, oltre che professionale. Grande virtuoso di violino, sta completando l'esecuzione integrale dei Capricci di Paganini, avviata la scorsa stagione, nelle maggiori città europee tra cui Bruxelles, San Pietroburgo, Roma, Milano, Torino e Cremona, riscuotendo entusiastici consensi di critica. Madzar ha collaborato come solista con prestigiosi direttori[img_assist|nid=17285|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=429] d'orchestra quali Paavo Berglund, Ivan Fischer, Paavo Jarvi, Carlos Kalmar, John Nelson, André Previn e Marcello Viotti. La stagione 2008/09 lo vede impegnato in recital a Tokio, Parigi, Cardiff, Milano e al Vlaanders Festival, con orchestre come la Stuttgarter Philarmoniker, la Irish Chamber Orchestra, la BBC Belfast Symphony e la Filarmonica di Bekgrado. Nato a Mosca in una famiglia di musicisti, Sergej Krylov inizia lo studio del violino a cinque anni e dopo appena un anno tiene il suo primo concerto. All'età di dieci anni debutta con l'orchestra e affronta i primi impegni concertistici di rilievo, esibendosi in Russia, Cina, Polonia, Finlandia e Germania. In giovane età Sergej Krylov conquista il Primo Premio al Concorso Internazionale "R. Lipizer" di Gorizia e, dopo un periodo di perfezionamento con Salvatore Accardo, raggiunge fama internazionale vincendo il Concorso "A. Stradivari" di Cremona e il Concorso "F. Kreisler" di Vienna. Da quel momento intraprende una prestigiosa carriera concertistica che lo porta a esibirsi in sale concertistiche quali Philharmonie di Berlino, Philharmonie di Monaco, Musikverein e Konzerthaus di Vienna, Auditorium di Radio France a Parigi, Bozar di Bruxelles, Megaron di Atene, Suntory Hall di Tokyo, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro La Fenice di Venezia e Teatro alla Scala di Milano. Sergej Krylov collabora con prestigiose orchestre, tra cui Wiener Symphoniker, English Chamber Orchestra, St. Petersburg Philharmonic, Camerata Academica Salzburg, Orchestra "Giuseppe Verdi" di Milano, NHK Symphony Tokyo, Filarmonica Ceca, Filarmonica Toscanini, Philharmonisches Staatsorchester di Amburgo, Copenhagen Philharmonic. Tra le personalità artistiche con cui ha collaborato, Mstislav Rostropovich è stata una figura fondamentale per il rapporto di amicizia e stima creatosi negli anni, oltre a quello professionale. Tra gli altri direttori con cui Krylov ha collaborato figurano Vladimir Ashkenazy, Mikhail Pletnev, Julian Kovatchev, Nicola Luisotti, George Pehlivanian, Jutaka Sado, Saulus Sondezkis, Zoltan Kocsis, Gunter Herbig e Yuri Bashmet. Oltre ai concerti con orchestra, Sergej Krylov si dedica al repertorio cameristico collaborando con partner quali Maxim Vengerov, Misha Maisky, Yefim Bronfman, Yuri Bashmet, Bruno Canino, Nabuko Imai e Lilya Zilberstein. Tra i principali impegni di questa stagione, oltre ai concerti con l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia diretta da Yuri Temirkanov, vi sono gli impegni con la Russian National Orchestra e Mikhail Pletnev, con l'Orchestra del Marinskij Theater e Valery Gergiev, vari concerti con Yuri Bashmet e una tournée con English Chamber Orchestra. Krylov sta completando l'integrale dei Capricci di Paganini, avviato la stagione scorsa, nelle maggiori città europee tra cui Bruxelles, San Pietroburgo, Roma, Milano, Torino e Cremona. La sua discografia include registrazioni per EMI, Melodya e Agorà. XXIII Stagione di musica sinfonica e da camera di Mestre Martedì 13 gennaio 2009, ore 21,00 Teatro Toniolo. piazzetta Cesare Battisti, 1 - Mestre (VE) Sergej Krylov, violino Aleksandar Madzar, pianoforte esseguono L. van Beethoven, Sonata n. 9 in La maggiore op. 47 A. Schoenberg, Fantasia op. 47 F. Schubert, Fantasia in Do maggiore D 934 Biglietti: interi € 20,00, ridotti € 15,00 Info: www.teatrotoniolo.info