Slowind @ Contemporanea 2010

Contemporanea 2010

Giovedì 14 ottobre 2010, ore 21:00

Aleš Kacjan, flauto
Matej Šarc, oboe
Jurij Jenko, clarinetto
Metod Tomac, corno
Paolo Calligaris, fagotto

Andrea Rucli, pianoforte
 
eseguono

Nina Šenk, Kontrasti
Alfred Huber, Quintet Op. 6
Aurel Stroe, Quintandre (Hommage à Edgard Varèse)
Alfred Huber, Cognition II per piano e quintetto a fiati
Francis Poulenc, Sextet per piano e quintetto a fiati
I - Allegro vivace - Très vite et emporté
II - Divertissement - Andantino
III - Finale - Prestissimo

   
 In collaborazione con l’Associazione Musicale Sergio Gaggia
 
L’ensemble Slowind è costituito da solisti della Filarmonica Slovena, orchestra con ricca tradizione musicale fin dai suoi esordi più di 300 anni fa, nel 1701, a Ljubljana in Slovenia. Nella sua lunga storia tra i direttori d’orchestra alternatisi alla sua conduzione vanno citati Gustav Mahler, Vaclav Talich, Fritz Reiner e Carlos Kleiber.
Il repertorio del quintetto include alcune composizioni tratte dal periodo classico e romantico, ma la maggior parte dell’attenzione dell’ensemble è concentrata sul repertorio del ventesimo secolo e sulle nuove composizioni che vengono presentate ad importanti festival in patria e all’estero. Un gran numero di importanti compositori ha dedicato i propri lavori all’ensemble Slowind, tra cui Larisa Vrhunc e Nina Šenk. Nuovi lavori sono stati recentemente composti per il quintetto Slowind da compositori sloveni tra cui Vinko Globokar, Lojze Lebi?, Božidar Kos, Igor Majcen, Bor Turel, Uroš Rojko e da compositori internazionali tra cui Volker Staub, Ivo Nilsson, Martin Smolka, Alfred Huber. Per il lavoro svolto finora Slowind ha ricevuto il Premio Župan?i?, nel 1999, ed il Premio Prešeren, nel 2003. In questi ultimi anni, l’ensemble Slowind è stato protagonista di straordinari concerti con Heinz Holliger, Alexander Lonquich, Muriel Cantoreggi, Garth Knox, Matthias Würsch, Robert Aitken, Ensemble SurPlus (Freiburg i. Br.), Ensemble Accroche Note (Strasbourg), Ensemble Aleph (Paris), Divertimento Ensemble (Milano) e altri ancora.

Andrea Rucli, pianista, suona da più di venticinque anni sia come solista che in svariate formazioni cameristiche, collaborando con figure di primo piano del concertismo. Ha partecipato a prestigiosi festival di musica da camera, tra cui quelli di Portogruaro, della Settimana Musicale al Teatro Olimpico di Vicenza, di Kuhmo in Finlandia (dove sarà ospite nel 2011 per la settima volta), della Società della Musica da Camera al Teatro dell’Ermitage di San Pietroburgo, del Sound Jerusalem in Israele, del Festival Pontino, del Cantiere di Montepulciano ecc. Ha pubblicato un cd con le due sonate di Robert Schumann e le romanze di Clara Wieck, assieme al violinista Lucio Degani, un altro con il repertorio di Dvorak a quattro mani assieme a Konstantin Bogino Sta man mano registrando - in uscita prossimamente per la Dynamic - le opere per pianoforte e per musica da camera, registrate in prima assoluta, della compositrice russa Ella Adaiewsky, frutto di un lavoro di riscoperta promosso dall’Associazione Sergio Gaggia, cui Radio 3 Suite ha dedicato nel settembre scorso uno spazio di 40 minuti. Si è recentemente esibito per i “Concerti del Quirinale” in diretta radiofonica sul III canale RAI ed in circuito Euro Radio con un’altra produzione della Gaggia, “La Pantomima Rinata”, ricostruzione della Pantomima k446 di W.A.Mozart.

Scheda Evento

Location:
Teatro San Giorgio, Via Quintino Sella, 5 - UDINE