Sorantri inaugura la rassegna Variazioni nel tempo

Pas des deux
[img_assist|nid=10127|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Inizierà mercoledì 24 ottobre, al Teatro Palamostre di Udine, nell'ambito di ScenAperta, la rassegna dedicata all'arte coreutica, promossa da a.ArtistiAssociati Circuito Danza Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con Arearea, Variazioni nel tempo una vetrina della danza italiana d'autore che proseguirà fino al 28 ottobre, con un ulteriore appuntamento il 17 dicembre.   Variazioni nel tempo, nuovi segni della danza contemporanea italiana, è stato concepito con l'intento di proporre i mutamenti di questa disciplina nel nostro tempo, e di indagare le diverse direzioni, gli orizzonti, e le scelte compositive dei coreografi italiani. Si è voluto intraprendere un percorso progettuale che sia in grado di dare spazio alla danza di ricerca italiana, spesso trascurata, ma capace di muovere la passione e l'interesse del pubblico. L'arte tersicorea, nella sua forma più attuale, diviene uno straordinario strumento comunicativo e lo specchio della società contemporanea, del disagio, delle emozioni, e delle necessità dell'uomo. Ecco come Sorantri, mercoledì 24 ottobre, il cui titolo prende nome dall'omonimo monte della Carnia, diventa lo sfondo dell'ultima produzione della Compagnia Arearea, che aprirà la rassegna. Sorantri è una novella nata dalla collaborazione con lo scrittore e drammaturgo Carlo Tolazzi (coreografata da Silvia Bertoncelli, Marta Bevilacqua, Roberto Cocconi, Luca Zampar) ed è il frutto di una ricerca sui racconti e le tradizioni popolari friulane dal sapore gotico. La compagnia Arearea e l'attore Fabiano Fantini mettono in scena una storia che si racconta per immagini e per gesti, per preghiere e per suppliche, una trama di conflitti tra il potere religioso e la morale. La solitudine delle metropoli, la mancanza dei valori, la[img_assist|nid=10128|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=428] violenza, la desolazione dell'essere umano. Ogni cosa va in piazza per vendersi in concorrenza con altre prepotenze, altre pornografie, altri canti: questo il percorso raccontato in Fiori malati, con la compagnia Aton - Dino Verga Danza (coreografie dello stesso Verga e di Luca Russo), che sarà proposto giovedì 25 ottobre. Il progetto Canto, ultima coreografia firmata da Laura Pulin, con la Compagnia Teatro Nuovo Comune di Padova - Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo, Teatro Stabile del Veneto, narra la sintesi tra il mondo spirituale e quello materiale legato alle debolezze dell'uomo e alle sue caducità, attraverso i gesti e le musiche di Chopin (venerdì 26 ottobre). Una sorta di diario di bordo, il racconto di un viaggio nell'America Latina: questo sarà Brasil Pass (misturado branco), coreografato da Monica Casadei, con la Compagnia Artemis Danza, e messo in scena sabato 27 ottobre. La desolazione di chi è rimasto solo, in attesa di un parente che non verrà. Le luci, le ombre, i vuoti, i pieni come elementi metaforici che ci conducono in un angolo dell'esistenza che non è piacevole svelare: una dimensione profonda che emerge ne I rimasti di Daniele Cipriani Entertainment, coreografati da Simona Bucci, e che è valsa alla compagnia il premio Danza&Danza per la migliore coreografia contemporanea, domenica 28 ottobre. Variazioni nel tempo si chiuderà il 17 dicembre, alle 10:00, con un racconto classico di L. Frank Baum, coniugato al movimento del corpo Il mago di Oz, con la Compagnia del Balletto Mimma Testa. Il viaggio di Dorothy, dello Spaventapasseri senza cervello, dell'Uomo di Latta senza cuore e del Leone senza coraggio porterà i protagonisti di avventura in avventura nel magnifico mondo di Oz, fra sogni e realtà. La rassegna gode del sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Ministero per i Beni e le Attività culturali-Dipartimento dello Spettacolo. ScenAperta 2007 Dal 24 ottobre al 17 dicembre 2007 Teatro Palamostre, Piazzale Diacono - UDINE Variazioni nel tempo Mercoledì 24 ottobre 2007, ore 21:00 Sorantri Compagnia Arearea Coreografia: Silvia Bertoncelli, Marta Bevilacqua, Roberto Cocconi, Luca Zampar Giovedì 25 ottobre 2007, ore 21:00 Fiori malati compagnia Aton - Dino Verga Danza coreografie dello Dini Verga e Luca Russo Venerdì 26 ottobre 2007, ore 21:00 Canto coreografia Laura PulinCompagnia Teatro Nuovo Comune di Padova, Teatro Stabile del Veneto Sabato 27 ottobre 2007, ore 21:00Brasil Pass (misturado branco)coreografia Monica CasadeiCompagnia Artemis Danza Domenica 28 ottobre 2007, ore 21:00 I rimasti Daniele Cipriani Entertainmentcoreografia Simona Bucci Lunedì 17 dicembre 2007, ore 10:00Il mago di OzCompagnia del Balletto Mimma Testa Info: Prevendita e prenotazioni Teatro Palamostre da martedì 16 ottobre a sabato 27 ottobre dalle ore 16.30 alle ore 19.30 Tel. 0432/506295, biglietteria@cssudine.it.Per assistere a Il mago di Oz sarà obbligatoria la prenotazione presso gli uffici della a.ArtistiAssociatitel. 0481/532317organizzazione@artistiassociatigorizia.it