Debutto in Veneto al Salieri di Legnago per La grande magia di Eduardo de Filippo

Foyer

Legnago (VR) - Lunedì 18 e martedì 19 marzo 2013, al Teatro Salieri di Legnago, sesto appuntamento della rassegna di Prosa con  lo spettacolo La Grande Magia di Eduardo De Filippo, una coproduzione della  Compagnia di Teatro di Luca De Filippo e il Teatro Stabile dell’Umbria.

Protagonisti della commedia : Luca De Filippo (Otto Marvuglia), Massimo De Matteo (Calogero Di Spelta, suo marito) Nicola Di Pinto (Arturo Recchia), Carolina Rosi (Zaira, sua moglie).
 
A chi gli chiedeva cosa aveva voluto dire con “La Grande Magia”, Eduardo rispondeva che aveva voluto significare che la vita è un gioco, e questo gioco ha bisogno di essere sorretto dall’illusione, la quale a sua volta deve essere alimentata dalla fede…. Ogni destino è legato ad altri destini in un gran gioco eterno del quale non ci è dato scorgere se non particolari irrilevanti (Il Dramma, marzo 1950)

La grande magia appartiene alla stagione creativa da cui nascono le commedie più celebri di Eduardo, da Napoli milionaria! (1945) a Le voci di dentro (1948).
È una commedia in tre atti inserita dallo stesso autore nel gruppo definito Cantata dei giorni dispari. La raccolta comprende le opere che Eduardo scrisse dal 1945 (la già citata Napoli milionaria!) al 1973 (Gli esami non finiscono mai). Il titolo “cantata”, indicato dallo stesso Eduardo nel 1975 in occasione della pubblicazione per l’editore Einaudi, riunisce le commedie che affrontano i problemi legati alla realtà sociale italiana dopo le distruzioni materiali e morali della seconda guerra mondiale. I “giorni dispari”, come dicono i napoletani, sono quelli negativi, in cui va tutto storto, mentre “i giorni pari” sono fortunati e felici.
L’ideazione di La grande magia risale probabilmente al 1947 per il debutto previsto nell’autunno del 1948.

Anche se la figura di Otto Marvuglia ricorda lontanamente quella del mago di Sik Sik, l’artefice magico – atto unico del 1932 al quale Eduardo deve i suoi primi successi - in realtà La grande magia percorre un universo ancora inesplorato dal grande autore: è scritta in italiano, ambientata in un contesto alto-borghese lontano dalla Napoli verace delle sue opere precedenti e manifesta accenti diversi dal realismo delle commedie che l’hanno preceduta, tanto da far affermare ai critici che si tratta della commedia più “pirandelliana” di Eduardo.
Il debutto sulle scene non è fortunato: in occasione della prima a Trieste, nell’ottobre del 1948, Titina, che doveva interpretare Zaira, la moglie di Marvuglia, si ammala seriamente rendendo necessaria la sostituzione. Eduardo rinuncia quindi al debutto milanese e scrive, in soli sette giorni, una nuova commedia: Le voci di dentro.

Titina interpreterà La grande magia nella stagione successiva, ma il lavoro non avrà successo: la mancanza di un attore carismatico in uno dei due ruoli principali indebolisce il gioco scenico su cui si fonda. Dopo la recita a Roma nel 1950, La grande magia viene “messa nel cassetto”. Sarà ripresa nel 1964, quando Eduardo la inserisce nel secondo ciclo televisivo che la Rai dedica al suo teatro.
È con Giorgio Strehler che la commedia guadagna finalmente una fortunata vita scenica e riscuote consensi internazionali. Quando nel 1985 debutta al Piccolo Teatro di Milano, Eduardo è morto da sei mesi.
 
 
Stagione Teatrale 2012-2013 - Prosa

Lunedì 18 e martedì 19 marzo 2013, ore 21.00

Teatro Salieri, via XX Settembre 26 - Legnago (VR)

La Grande Magia
di Eduardo De Filippo
con Luca De Filippo, Massimo De Matteo, Nicola Di Pinto, Carolina Rosi
regia Luca De Filippo
Una produzione Teatro Stabile dell’Umbria, Elledieffe, La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo

Ore 20.00 al Ridotto del Teatro: Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità.

Biglietti: Da € 14 a € 25, alla Biglietteria del Teatro. I biglietti sono in vendita anche  al telefono, con carta di credito; online, www.teatrosalieri.it; e nelle agenzie Unicredit abilitate (numero verde 800 323 285) e nei punti vendita Geticket. 

Info: Teatro Salieri
tel.  0442 25477
fax 0442 625584
info@teatrosalieri.it
www.teatrosalieri.it