Il ventaglio di Goldoni al Giovanni da Udine

Foyer
Da lunedì 16 aprile la celebre commedia nell’effervescente rilettura di Michieletto

UDINE – Ho fatto una commedia di molte scene brevi, animate da una perpetua azione, da un movimento continuo scriveva Goldoni introducendo Il ventaglio, la sua ultima grande opera corale. Una storia d’amore sospesa nel tempo e nello spazio che, nell’effervescente rivisitazione contemporanea dell’eclettico regista Damiano Michieletto, chiuderà la Stagione di Prosa del Giovanni da Udine.

Lo spettacolo, in scena da lunedì 16 a giovedì 19 aprile alle 20.45, è animato da un affiatatissimo cast di dodici attori e ruota attorno a un semplice oggetto, il ventaglio del titolo, che passa di mano in mano con un ritmo indiavolato e contagia i numerosi personaggi fino alla follia. Una freccia di Cupido compiaciuta e capricciosissima, insomma, capace di sintetizzare diverse maschere umane in un unico microcosmo di relazioni…
Scrive Michieletto nelle sue note di regia: Mi piace questo testo perché non contiene elementi sociali che forzano la situazione in una determinata cornice storica e questo lascia libera l’immaginazione, degli interpreti prima e dello spettatore poi. Mi piace perché dà la possibilità di lavorare con gli attori mettendo l’accento su una recitazione fisica, per inventare  personaggi che invece nella scrittura sono ritratti molto rapidamente.
E ancora: Tutti vengono coinvolti nella vicenda, tutti diventano violenti, accecati per amore, totalmente ridicoli nelle loro smanie, impugnano armi, si minacciano.... e tutto per un niente, per un piccolo ventaglio che non vale neanche due lire. Ma in realtà si tratta dell’amore: l’amore non ha prezzo e per amore si sono sempre fatte le più immense follie. Il ventaglio è un Cherubino alato che si muove invisibile tra i personaggi e li comanda, li provoca, si diverte alle loro spalle, gioca con i loro sentimenti.

Autore di oltre cento commedie (tra cui, appunto, Il ventaglio), Goldoni fu ideatore dell’importante riforma in ambito drammaturgico che portò alla creazione di un modello teatrale alternativo a quello della Commedia dell’Arte. La sostituzione del canovaccio con un testo drammatico scritto in ogni sua parte, l’eliminazione delle maschere fisse, l’introduzione di caratteri scolpiti a tutto tondo, l’uso di argomenti che si fanno portavoce della moralità borghese contrapposta a quella decadente dell’aristocrazia, sono alcuni fra gli aspetti più significativi del suo percorso artistico. Un percorso a lungo relegato, dalla critica, dentro le coordinate del realismo e solo in tempi recenti studiato in modo più approfondito.

Stagione Teatrale 2011-2012

Dal 16 al 19 aprile 2012
da lunedì 16 a giovedì 19 aprile 2012 alle 20:45

Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4 - UDINE

Il ventaglio

di Carlo Goldoni
regia di Damiano Michieletto
produzione: Teatro Stabile del Veneto – Teatri e Umanesimo Latino S.p.A.
con la distribuzione di Arteven Circuito Teatrale Regionale

Info: Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Tel.0432 - 248418
info@teatroudine.it
www.teatroudine.it