Inchiesta sulla spedizione dei Mille al Verdi di Pordenone

Foyer

PORDENONE - Uno spettacolo teatrale che ci svela l’Ippolito Nievo soldato e indaga sui misteri della sua morte: è Inchiesta sulla spedizione dei Mille, in programma martedì 27 dicembre, alle 20.45, nel Ridotto del Teatro Verdi di Pordenone.

Un appuntamento che l’associazione Thesis offre al pubblico per le festivitá natalizie (l’ingresso è libero, fino a esaurimento posti) con il sostegno di Venchiaredo e che ben si inserisce, per altro, nelle celebrazioni per i 150 anni dell’Unitá d’Italia (ha anche avuto una appendice televisiva con la realizzazione per conto del programma Rai La storia siamo noi  del documentario “Inchiesta sui mille” prodotto da Gianni Minoli, andato in onda a marzo).
Scritto e diretto da Giacomo Frazzitta con Enrico Russo, porterá sul palcoscenico Franz Rallo, al pianoforte;
 Andrea Frazzitta alla chitarra;
Roberto Gervasi alle percussioni;
Giuseppe Lo Grasso al basso; 
Aldo Bertolino alla tromba,
Nicola Genova al trombone
 e Lea Fazio nel ruolo di cantastorie e voce.

Lo spettacolo, proposto sempre da Venchiaredo, sarà in scena anche il 28 dicembre alle ore 20.30 al Teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento e il 30 dicembre alle 20.30 a Colloredo di Montalbano nell’Ala Ovest del Castello. (Per informazioni www.venchiaredo.com )
Dunque, il protagonista di questa inchiesta teatrale è Ippolito Nievo che nel 1859 si arruola tra i Cacciatori delle Alpi di Garibaldi e l’anno seguente partecipa alla spedizione dei Mille unendosi alle truppe garibaldine il 5 maggio 1860 a Quarto, da dove salperà a bordo del “Lombardo” insieme a Nino Bixio e Cesare Abba.
Distintosi a Calatafimi e a Palermo, a Nievo sarà affidata l’intendenza di finanza dell’intera spedizione. Da quel momento Nievo diverrà depositario di segreti scomodi e sarà messo sotto inchiesta dal Regno Sabaudo. Avendo ricevuto nei primi mesi del 1861 l’incarico di riportare da Palermo i documenti amministrativi della spedizione, troverà la morte durante il viaggio di ritorno dalla Sicilia, nella notte tra il 4 e il 5 marzo 1861 nel naufragio del vapore “Ercole” sul quale viaggiava, avvenuto al largo della costa sorrentina, in vista del golfo di Napoli. Il suo corpo non sarà mai ritrovato né tanto meno i conti della spedizione dei mille.

Cosa si nasconde dietro questo tragico naufragio? Lo spettacolo “inchiesta” rivela il “dietro le quinte” della spedizione, tra inediti retroscena e inquietanti segreti. Se Ippolito Nievo è infatti noto come autore de “Le confessioni di un italiano”, meno noto è come uomo e soldato e ancor meno nota è, appunto, la sua fine. Un tragico incidente o piuttosto di un attentato? Chi poteva voler morto Nievo e con lui tutte le carte riguardanti le finanze dell’impresa garibaldina. Cosa sapeva Nievo?
Un mistero a cui, a 150 anni di distanza, ancora non è stata data soluzione. L’inchiesta scenica si snoda tra documenti ufficiali quasi inediti o comunque non conosciuti dal grande pubblico e le voci correnti in quell’epoca.
Un inchiesta fondata su fatti veri in un serrato confronto tra Ippolito Nievo e la sua coscienza con musiche suonate dal vivo in un mix teatrale fatto di parole e musica .

Martedì 27 dicembre 2011, ore 20:45

Ridotto del Teatro Comunale Giuseppe Verdi, viale Martelli 2 - PORDENONE

Inchiesta sulla spedizione dei Mille

Scritto e diretto da Giacomo Frazzitta

con Enrico Russo

e con Franz Rallo, pianoforte


Andrea Frazzitta, chitarra


Roberto Gervasi, percussioni


Giuseppe Lo Grasso, basso


Aldo Bertolino, tromba


Nicola Genova, trombone


Lea Fazio, cantastorie e voce.

Info: Biglietteria del Teatro

tel. 0434247624

biglietteria@comunalegiuseppeverdi.it

www.comunalegiuseppeverdi.it