La storia del Rinoceronte di Dürer al Castello degli Ezzelini di Bassano

Rassegne
Terzo appuntamento con il percorso che Operaestate dedica quest’anno all’arte dei grandi Maestri

Bassano del Grappa (VI) - Martedì 24 luglio 2012, La (s)fortuna di Ganda. La vera storia del Rinoceronte di Dürer porta l’arte a teatro sul palco del Castello degli Ezzelini di Bassano, una narrazione per immagini che saprà coinvolgere il pubblico in un divertente gioco teatrale.

Lo spettacolo è il terzo appuntamento del percorso “Dell'arte a Teatro” che collega lo spettacolo dal vivo alle arti figurative e ai suoi più grandi maestri, nell’ambito di Operaestate Festival Veneto 2012, il festival promosso dalla Città di Bassano del Grappa con la Regione del Veneto Veneto e le altre città palcoscenico, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Tra verità e leggenda si racconta la storia del rinoceronte arrivato per ventura sulle coste liguri e reso celebre dal ritratto che ne fece il famoso pittore e incisore tedesco Albrecht Dürer, in una xilografia così famosa da girare tutto il mondo e da restare per ben tre secoli l’unica immagine dell’esotico animale.

 

Nel 1516 infatti il re del Portogallo manda in dono al Papa un rinoceronte, chiamato Ganda, ma la nave su cui viaggia affonda per una tempesta. Lo sfortunato animale sarà ritrovato su una spiaggia ligure, tra lo stupore e la meraviglia degli abitanti. Nel frattempo uno schizzo dell’animale era finito tra le mani del pittore tedesco Dürer,che non aveva mai visto l’animale ma, affascinato da quel misterioso disegno, lo volle riprodurre nella famosa xilografia, utilizzata sino alla fine dell’Ottocento nei dizionari e nelle enciclopedie per illustrare la specie dei rinoceronti. Una storia vera che ha il fascino di una leggenda.

 

Giorgio Scaramuzzino narrerà la storia sul palco arricchendola di aneddoti veri e inventati e sarà affiancato da Gek Tessaro, uno dei più importanti illustratori italiani, fresco vincitore del premio Andersen. I disegni e le animazioni che creerà, proiettati su un grande schermo, daranno corpo e magia alle avventure del rinoceronte. La (s)fortuna di Ganda è diventato anche un libro illustrato, pubblicato da Artebambini e ha ricevuto una menzione speciale al festival di Teatro Ragazzi Giocateatro Torino 2011 per l’equilibrio tra la narrazione orale e la narrazione per immagini.

Lo spettacolo di Teatro dell’Archivolto mette in scena un’affascinante storia antica in cui le parole diventano immagini e la Storia diventa Storia dell’Arte, capace di stupire e stimolare l’immaginazione, che sarà particolarmente gradito anche dagli spettatori più giovani, inserito per questo nella programmazione del Minifest, la sezione del festival dedicata al pubblico dei ragazzi e delle famiglie.

Operaestate Festival Veneto 2012

Domenica 22 luglio 2012, ore 21:15

La (s)fortuna di Ganda. La vera storia del Rinoceronte di Dürer

di e con Giorgio Scaramuzzino e con Gek Tessaro

Teatro dell’Archivolto

Biglietti: Adulti: €4.50 Bambini: €2.50

In caso di maltempo lo spettacolo sarà trasferito al Teatro Remondini

Info: Biglietteria del Festival

tel. 0424.524214 – 0424 519811

www.operaestate.it