Massimo Venturiello e Tosca protagonisti de Il borghese gentiluomo al Teatro Comunale di Monfalcone

Foyer

Monfalcone (GO) - La Stagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue nel segno di Molière e del suo teatro più riuscito. Lunedì 21 e martedì 22 novembre, è infatti di scena Il borghese gentiluomo di Molière, che debuttò nel 1670 con Molière stesso nel ruolo del titolo.

A dargli corpo oggi, affiancati da un nutrito cast di attori, ballerini e cantanti, sono i bravissimi Massimo Venturiello (che firma anche la regia) e Tosca. Prodotto da Antheia in collaborazione con “Teatro dell’Aquila” di Fermo, lo spettacolo vanta inoltre le musiche di Germano Mazzocchetti e le coreografie di Fabrizio Angelini.

Definito comédie-ballet (ma si tratta di una definizione assolutamente riduttiva) Il borghese gentiluomo, fra le commedie che il grande drammaturgo francese compose per il divertimento del re, intreccia con grande libertà toni farseschi e satireggianti, elementi fiabeschi ed onirici, una prosa densa di ritmo, la tessitura musicale composta da Lully e la coreografia dei balletti: il risultato è una teatralità assoluta, di grande effetto comico.

La storia è quella di Monsieur Jourdain, personaggio fra i più divertenti della storia del teatro, un ricco borghese che desidera con tutte le sue forze diventare nobile. Attorno a lui ruota un’umanità di adulatori e scrocconi, privi di autentiche qualità, che assecondano la sua follia e lo raggirano pur di ottenerne un guadagno, ai quali si contrappone la moglie di Monsieur Jourdain, un personaggio tutto senso pratico e concretezza, che cerca in ogni modo di farlo rinsavire.
Di fronte all’ennesimo rifiuto del “borghese” di dare in sposa sua figlia al ragazzo che ama perché privo di nobili natali, tutti decidono di giocargli una beffa finale attraverso la celebre “Cerimonia Turca” e perfino la moglie, che fino ad allora lo ha aspramente criticato ma sempre protetto, lo lascia definitivamente solo nella sua folle utopia.
Attraverso il divertente ritratto di Monsieur Jourdain, Molière guarda dunque al ruolo che la nascente borghesia stava conquistando in Francia e mette in scena la sua satira più riuscita.
 
La messinscena di Massimo Venturiello non tradisce in alcun modo le intenzioni dell’autore, semmai le amplifica, nello spirito di libertà che anima l’opera di Molière. Superati i limiti geografici e temporali del testo originario, l’azione si colloca in un’atmosfera visionaria (complici le belle scenografie di Alessandro Chiti e i suggestivi costumi di Santuzza Calì), che evoca Napoli e Parigi e che coinvolge anche i dialoghi e le musiche.
Le musiche originali dello spettacolo infatti, composte da Germano Mazzocchetti, sperimentando arrangiamenti e sonorità che spaziano dalla musica rinascimentale alla sceneggiata napoletana, accrescono il carattere innovativo e l’ironia dell’opera di Molière. Ai brani cantati si affiancano le coreografie ideate da Fabrizio Angelini, che sottolineano la varietà stilistica di questo originalissimo allestimento de Il borghese gentiluomo, cifra caratteristica dell’opera di Molière e Lully. 
Il risultato è uno spettacolo fortemente popolare, nel senso più alto del termine, in grado cioè di coinvolgere e divertire lo spettatore stimolandone la riflessione, descrivendo un microcosmo nel quale, nonostante la distanza temporale, è facile rispecchiarsi.
 

Stagione Teatrale 2011-2012

Lunedì 21 e martedì 22 novembre 2011, ore 20.45

Teatro Comunale, Corso del Popolo, 20 - Monfalcone (GO)

Il borghese gentiluomo
di Molière
regia di Massimo Venturiello
con Massimo Venturiello e Tosca
e con Camillo Grassi, Franco Silvestri, Elena Jadore Braschi, Dario Ciotoli, Elisa Smerilli, Mimmo Padrone, Gennaro Cuomo, Francesca Colapietro
scene di Alessandro Chiti
costumi di Santuzza Calì
musiche di Germano Mazzocchetti
coreografie di Fabrizio Angelini
ideazione luci di Umile Vainieri
Una produzione Antheia in collaborazione con “Teatro dell’Aquila” di Fermo

Biglietti: in vendita presso la Biglietteria del Teatro (ore 17-19), la Ticketpoint di Trieste, la Libreria Antonini di Gorizia, l’ERT di Udine e on line sul sito www.greenticket.it.

Info: Biglietteria
Tel. tel. 0481 494 664
info@teatromonfalcone.it
www.teatromonfalcone.it