Monty Python's Spamalot al Politeama Rossetti di Trieste

E20
Fino a domenica 29 maggio in scena il musica tratto dal film Monty Python e il Sacro Graal

TRIESTE - Va in scena al Politeama Rossetti di Trieste, in prima assoluta e in esclusiva nazionale, da martedì 24 a domenica 29 maggio, il musical Spamalot, firmato da Eric Idle e tratto dal film Monty Python e il Sacro Graal.

Si tratta di un appuntamento irresistibile per gli appassionati dello humour dei Monty Python, ma che saprà contagiare di euforia tutto il pubblico con gags esilaranti, una colonna sonora irresistibile e affascinando i palati più raffinati con la straordinaria qualità del cast, eccellente nei numeri comici, in quelli musicali, e nelle molte, fantasiose coreografie, con una colonna sonora eccezionale e un ottimo cast e band dal vivo per l’allestimento originale inglese firmato da Christopher Luscombe

Monty Python è un gruppo inglese di comici, attivo dal 1969 al 1983: vi hanno fatto parte Graham Chapman, John Cleese, Terry Gilliam, Eric Idle, Terry Jones e Michael Palin. La loro commedia è esilarante, acutamente intellettuale, con riferimenti a filosofi e figure letterarie (sono tutti laureati a Oxford o Cambridge). In Italia sono conosciuti per i film Monty Python - Il senso della vita, che ha vinto il Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes, Monty Python e il Sacro Graal del 1975 e Brian di Nazareth del 1979. Sono inoltre autori ed interpreti del Monty Python’s Flying Circus, un’innovativa serie comica trasmessa dalla BBC tra il 1969 e il 1974, che rappresentò il loro trampolino di lancio. 

Dopo lo scioglimento del gruppo, alcuni elementi hanno continuato a lavorare insieme (va ricordata la partecipazione di John Cleese e Michael Palin al film Un pesce di nome Wanda), mentre Terry Gilliam ha intrapreso una brillante carriera cinematografica che l’ha portato a dirigere film di grande successo come Paura e delirio a Las Vegas, L’esercito delle 12 scimmie e Parnassus. 

Nel 2004, per opera di Eric Idle, ha debuttato a Broadway, con trionfale accoglienza di pubblico e critica (e aggiudicandosi subito il Tony Award per il miglior musical dell’anno), Spamalot, liberamente ispirato al film Monty Python e il Sacro Graal. 

Lo spettacolo è un divertentissimo viaggio nella parodia del Medioevo, della saga di Re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda, in cui si riconosce però anche un’accesa ironia sul mondo del musical e dello showbusiness…  Lancillotto e Re Artù Ginevra e addirittura Dio che interviene perché sia finalmente trovato il Sacro Graal, cavalieri francesi e quelli della “Tavola Rotonda” si rincorrono sul palcoscenico “pesantemente armati” e coinvolgono il pubblico in una ridda di avventure e di esilaranti vicende in cui si succedono irresistibili numeri musicali, tra i quali vanno ricordati almeno The Song That Goes Like This (sottile presa in giro delle melodie di Andrew Lloyd Webber), Always Look on the Bright Side of Life e Diva’s Lament (canzone proposta in Italia da Paola Cortellesi nel suo show televisivo Non perdiamoci di vista). 

Deciso è il segno che i Monty Python hanno lasciato nell’universo della comicità: in Italia si sono apertamente ispirati a loro gruppi come i Broncoviz e, di recente, gli Oblivion.

Lo stesso termine spamming, che risuona familiare nel titolo del musical e che è ormai di utilizzo comune anche in italiano per indicare l’invio di grandi quantità di messaggi non richiesti, trae origine da uno sketch del Monty Python’s Flying Circus, ambientato in un locale nel quale ogni pietanza proposta era a base di Spam (un tipo di carne in scatola spalmabile). E poiché nei loro film e nei loro sketch erano sempre presenti dei numeri musicali, è stato inevitabile il passaggio al palcoscenico, naturale quello che li ha condotti al musica e al successo.

Spamalot si avvale del libretto e delle liriche Eric Idle, delle musiche di John Du Prez & Eric Idle, tratto dalla sceneggiatura originale di Graham Chapman, John Cleese, Terry Gilliam, Eric Idle, Terry Jones, Michael Palin.

L’allestimento che esordisce a Trieste in prima nazionale conta sulle scene di Hugh Durrant e sul disegno luci di Nick Richings, mentre i fantasiosi costumi sono firmati da Hugh Durrant. Per la parte musicale, Dean Austin è direttore musicale e pianoforte, Gareth Weedon è assistente direttore musicale e tastiere. Mike Parkin sarà alla batteria e percussioni, Nick Walsh al basso e contrabbasso, Steve Willingham alle chitarre, banjo e ukulele, Gavin Tate-Lovery alle  canne e Owain Harries alla tromba.

Christopher Luscombe firma a vivacissima regia, Jenny Arnold le coreografie. 

Stagione Teatrale 2010-2011

Dal 24 al 29 maggio 2011

martedì 24, mercoledì 25, giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 maggio, ore 20:30; domenica 29 maggio, alle ore 16:00 

Politeama Rossetti, V.le XX Settembre, 45 - TRIESTE

Monty Python's Spamalot 

libretto e liriche Eric Idle; musiche di John Du Prez & Eric Idle; dalla sceneggiatura originale di Graham Chapman, John Cleese, Terry Gilliam, Eric Idle, Terry Jones, Michael Palin

scene di Hugh Durrant

disegno luci di Nick Richings

costumi di Hugh Durrant

direttore musicale/pianoforte: Dean Austin; assistente direttore musicale/tastiere: Gareth Weedon; batteria/percussioni: Mike Parkin; basso/contabbasso: Nick Walsh; chitarre/banjo/ukelele: Steve Willingham; canne: Gavin Tate-Lovery; tromba: Owain Harries

regia di Christopher Luscombe

coreografie di Jenny Arnold

con Phill Jupitus, Todd Carty, Jodie Prenger, Robin Armstrong, Samuel Holmes, David Langham, Simon Lipkin, Graham MacDuff, Philip Catchpole, Rachel Knowles, Kit Orton, Amy Papa, Tim Bonser, Paul Bullion, Persephone Fitzpatrick

Una produzione: Howard Panter for the Ambassador Theatre Group LTD, Bill Kenwright e The Bartner Group

Biglietti: interi da € 38 € 55.00, ridotti da € 35 a € 52, loggione € 16

Info: Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia

Tel. 0403593511

info@ilrossetti.it

www.ilrossetti.it