Ottavia Piccolo torna a Bassano con L’arte del dubbio

Foyer

Bassano del Grappa (VI) - Torna a Bassano una grande protagonista del teatro italiano, Ottavia Piccolo, che insieme a Vittorio Viviani, porta al Teatro Remondini L’arte del dubbio dal libro di Gianrico Carofiglio, nella versione teatrale di Stefano Massini, in scena il il 18 e 19 marzo.

Il dubbio è un istinto che gioca con le certezze una partita fatta di complice ostilità. Il dubbio è uno sguardo parassitario che sa renderci liberi. Il dubbio può anche essere un'arte: da imparare, affinare, adeguare a tempi e contesti.

L'arte del dubbio, in origine, è un fortunato saggio di Gianrico Carofiglio: passando per la riscrittura di Stefano Massini e la regia di Sergio Fantoni, diventa voce e gesto grazie all'interpretazione di Ottavia Piccolo e Vittorio Viviani. Una galleria di umanità varia si presenta al pubblico, per comprendere quali dubbi e quali certezze condividiamo – a quali verità siamo assuefatti e quali potremmo scoprire.
Un'inedita Ottavia Piccolo in versione comica porta in scena una moderna commedia dell'arte articolata in quadri, in cui la forma del processo fa sì che gli attori si divertano ad indossare i panni dei tipi più disperati; e lo fanno su un teatrino da fiera di paese, con siparietto, quinte e luci che ricordano il teatro cabret di sapore brechtiano.

Già dall’inizio, Adamo ed Eva, nudi nelle loro sagome, sono stuzzicati dal serpente che, con la voce di Gioele Dix, insinua loro il dubbio, un Dubbio con D maiuscola.
In effetti il serpente si sostituisce al creatore con il suo bizzarro decalogo “Io sono il dubbio, non esiste altra verità all’infuori di me”, e diventa il motore che alimenta e suggerisce i diversi episodi che appaiono in scena. Le musiche per 10 strumenti, composte da Cesare Picco, ed eseguite dal vivo dal musicista Nicola Arata, scandiscono i ritmi vivaci dello spettacolo che diventano tesi nei pezzi più impegnati: l’assassinio di Don Peppino Diana a opera della camorra e la morte dei sette operai della Thyssen.

Si parla dei nostri giorni, di quello che sta al di fuori dei teatri, intorno a noi,  di insidie e di trappole nascoste fra le parole e nelle parole. Si parla della persuasione occulta della pubblicità, delle ambiguità dei giornali.
E in questo strano risiko teatrale che racconta la guerra fra Vero e Falso, tutto scaturisce nientemeno che da verbali autentici di processi italiani. Presi direttamente dai nostri Tribunali, compariranno in scena truffatori e pentiti, poliziotti e camorristi: un’umanità pronta a testimoniare la verità o la menzogna, in quel gigantesco teatrino che si chiama realtà.

La serata sarà preceduta da un “aperitivo teatrale” organizzato in collaborazione con Color teatri. Alle ore 18.30 presso il color Cafè, la Piccolo e Viviani, dialogheranno col pubblico in un incontro condotto da Mattia Pontarollo, il progetto, è frutto della collaborazione tra il Color Teatri del Color Cafè e la Stagione Teatrale Città di Bassano dell'Assessorato allo Spettacolo del Comune di Bassano del Grappa.

Stagione Teatrale 2012-2013

Lunedì 18 e martedì 19 marzo 2013, ore 21:00

Teatro Remondini - Bassano del Grappa (VI)

L'arte del dubbio
dal libro di Gianrico Carofiglio, versione teatrale di Stefano Massini
con Ottavia Piccolo e Vittorio Viviani
regia di Sergio Fantoni
Una produzione La Contemporanea

Lo spettacolo di martedì 19 sarà preceduto alle ore 18.30 da un “aperitivo teatrale” al Color Cafè, con i due protagonisti che, condotti da Mattia Pontarollo di Color Teatri, dialogheranno col pubblico.

Biglietti in vendita presso l’Ufficio IAT in Largo Corona d’Italia tel. 524351

Info: tel. 0424 524351

comunicazionefestival@comune.bassano.vi.it

www.operaestate.it