Quello che prende gli schiaffi con Glauco Mauri e Roberto Sturno al Teatro Nuovo di Verona

Foyer

VERONA - Dal 10 al 15 gennaio la Stagione Il Grande Teatro 2011-2012 del Teatro Nuovo di Verona mette in scena Quello che prende gli schiaffi di Leonid Nikolaevič Andreev nell’adattamento di Glauco Mauri che ne cura anche la regia.

Ne sono protagonisti lo stesso Glauco Mauri e Roberto Sturno, una delle coppie più apprezzate della scena nazionale.

Un uomo vuole fuggire dalla società in cui vive dove tutto è dominato dall’egoismo, dall’indifferenza e dal denaro. Diventerà così un clown. Salirà sul palcoscenico da dove potrà ridere del suo dolore e potrà gridare la sua ribellione.
Scritta nei primi decenni del ‘900, la commedia appare oggi una poetica metafora del nostro tempo. Una sorta di “favola” che cercherà di parlare ancora di umanità e di poesia a una società che “corre il rischio di inaridirsi sempre di più”. Diventerà così un clown. Salirà sul palcoscenico da dove potrà ridere del suo dolore e potrà gridare la sua ribellione. Scritta nei primi decenni del ‘900, la commedia appare oggi una poetica metafora del nostro tempo. Una sorta di favola che cercherà di parlare ancora di umanità e di poesia a una società che corre il rischio di inaridirsi sempre di più.

Stagione Teatrale 2011-2012  - Il Grande Teatro 2011-2012

Dal 10 al 15 gennaio 2012

martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12, venerdì 13 e 14 gennaio, ore 20.45, domenica; 15 gennaio, ore 16.00

Teatro Nuovo, Piazza Viviani 10 - VERONA

Quello che prende gli schiaffi

di Leonid Nikolaevič Andreev
libera versione di Glauco Mauri
regia di Glauco Mauri
con Glauco Mauri e Roberto Sturno
Una produzione Compagnia Mauri Sturno

Biglietti: platea e palchi  € 25, balconata € 22, 1a galleria € 15, 2a galleria € 9

Giovedì 12 gennaio 2012, ore 16.45 - Piccolo Teatro di Giulietta (Foyer del Teatro Nuovo)
Incontriamoci con gli attori: Glauco Mauri, Roberto Sturno e gli altri interpreti dello spettacolo incontrano il pubblico. Conduce l'incontro Giovanna Zofrea.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Info:  Teatro Nuovo

tel. 0458006100

www.teatrostabileverona.it