Spettri al Politeama Rossetti di Trieste

E20
Dal 12 al 14 marzo il dramma di Ibsen nella produzione del Teatro Stabile di BolzanoStabile di Bolzano

TRIESTE - Dopo Hedda Gabler, spetta A Spettri dello Stabile di Bolzano chiudere l'interessante dittico dedicato a Ibsen dal Politeama Rossetti di Trieste, all’interno della Stagione Teatrale 2012-2013 dello Stabile regionale. Diretto da Cristina Pezzoli si avvale dell’interpretazione di attori molto amati come Patrizia Milani e Carlo Simoni.

Mamma, dai me al sole grida Osvald a Helene Alving in una delle battute più celebri del teatro moderno, a chiusura di un dramma su cui il sole non si alza mai, nemmeno metaforicamente. Lo evidenzia efficacemente la regista Cristina Pezzoli, concependo, assieme allo scenografo Giacomo Andrico, uno spazio avvolto da un’allucinata campagna norvegese, resa grigia e stagnante da una pioggia battente, che finisce per rispecchiarsi nell’animo dei personaggi.

In Spettri Henrik Ibsen sonda con perizia clinica i lati oscuri della borghesia benpensante, affonda con un testo tagliente nelle pieghe del suo conformismo di facciata. Come nei grandi miti della tragedia greca anche nel capolavoro del drammaturgo norvegese messo in scena per la prima volta nel 1883 all’Aurora Turner Hall di Chicago, si mescolano follia, colpe irrisolte, incesto e verità terribili dopo anni di menzogna. Materia scottante, rivoluzionaria per il teatro europeo di fine Ottocento, una denuncia coraggiosa che fece bandire la piéce per molti anni dai palcoscenici norvegesi.

I legami sentimentali e carnali in cui si dibattono i protagonisti, sono il motore di questo spettacolo che fonde gli splendori della tragedia classica alle concezioni moderne più alte e più ardite del teatro psicologico e del dramma di idee.

Due generazioni di attori dialogano sulla scena di Spettri per dare voce e corpo ai legami claustrofobici e tormentati che si intersecano fatalmente vicino al grande fiordo della Norvegia occidentale. Applauditi e molto attesi dal pubblico dello Stabile regionale si impegneranno nello spettacolo ibseniano Patrizia Milani che interpreta Helene Alving e Carlo Simoni il pastore Manders, accanto a cui Alvise Battain incarna l’oscuro falegname Engstrand. La loro generazione si confronta con quella di Valentina Brusaferro, che sarà una toccante Regine, e di Fausto Paravidino, uno dei talenti più interessanti della nuova scena italiana, che alterna – in nome della passione per il palcoscenico – i successi d’attore a quelli di originale drammaturgo.

Stagione Teatrale 2012-2013

Dal 12 al 14 marzo 2013
Martedì 12 marzo e giovedì 14 marzo, ore 20:30; mercoledì 13 marzo, ore 16:00

Politeama Rossetti, Largo Giorgio Gaber 1 - TRIESTE

Spettri
di Henrik Ibsen
traduzione di: Franco Perrelli
elaborazione drammaturgica di Letizia Russo
con Patrizia Milani, Carlo Simoni, Alvise Battain, Fausto Paravidino, Valentina Brusaferro

Scene: Giacomo Andrico
Costumi: Rosanna Monti
video di: Mario Flandoli
Regia: Cristina Pezzoli
Una produzione Teatro Stabile di Bolzano

Biglietti: da 12 a 29 euro

Info: Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia
Tel. 040 3593511
info@ilrossetti.it
www.ilrossetti.it