Ultima fermata Tempelhof al Candiani di Mestre si celebra il ventennale della caduta del Muro di Berlino

Reading
Mestre (VE) - Nel ventesimo anniversario della caduta del muro, Berlino è protagonista al Centro Culturale Candiani dell’appuntamento, sabato 14 novembre alle ore 21.30, con La Scena mobile che presenta Ultima fermata Tempelhof, reading musicale organizzato in collaborazione  con L’Europeo,  su testi a cura di Valeria Palumbo che ne leggerà alcuni brani con Sonia Grandis, musiche degli Shutup e montaggio video di Andrea Malavasi.
Ab sofort, da subito: con queste due parole, affermando che “da subito” ai cittadini della Germania dell’Est sarebbero stati concessi permessi meno restrittivi per entrare all’Ovest, Gunter Schabowski, ministro della Propaganda della Ddr faceva, del tutto involontariamente, cadere il Muro di Berlino. Erano le 18.53 del 9 novembre 1989.
Da queste due parole parte lo spettacolo, nato insieme con uno dei numeri più importanti e significativi de L’Europeo, nel 2009,  Il Muro di sangue che ripercorre le vicende della città, sin da quel ponte aereo che salvò dalla fame Berlino occidentale nel 1948, forzando il blocco dei trasporti imposto da Stalin.
La città resta ovviamente al centro di questa ricostruzione che ripercorre alcuni dei momenti salienti della Guerra Fredda passando anche attraverso la rivoluzione ungherese e quella di Praga. A rendere più intenso il racconto, la scelta delle pagine: i testi sono di Arrigo Benedetti, Giorgio Bocca, Oriana Fallaci, Indro Montanelli, Saverio Vertone e altre grandi firme de L’Europeo. Sullo sfondo scorrono video e foto d’epoca montate da Andrea Malavasi..
Ultima fermata Tempelhof, dal nome dell’aeroporto di Berlino che permise il ponte aereo, è il frutto di uno sforzo collettivo perché la memoria non scompaia; L’Europeo, che esce ogni primo venerdì del mese con il Corriere della Sera, e gli amici che hanno offerto il loro contributo a questo progetto, credono che sia dovere della stampa, in un Paese libero, farsi garante anche del rigore del ricordo.

Ingresso: intero 5 euro – ridotto 3 euro (Candiani Card, CinemaPiù, studenti)