Unica tappa regionale a Spilimbergo per il Cinetour

ConSequenze

[img_assist|nid=6847|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Spilimbergo (PN) – Farà la sua unica tappa a Spilimbergo, il Cinetour, manifestazione itinerante nata per celebrare il 70° anniversario di Cinecittà che, da venerdì 1° a domenica 3 giugno, sarà proprio nella Città del Mosaico. Cinetour rappresenta un vero e proprio grande viaggio del cinema italiano, in 26 tappe, tutte in comuni con meno di 15 mila abitanti e quindi ai margini del mercato cinematografico, nato per celebrare un così importante traguardo ed al tempo stesso diffondere il cinema come strumento di cultura e di integrazione.

Il programma della manifestazione, nata dalla collaborazione tra Cinecittà Holding ed il Ministero per i Beni Culturali – Direzione Generale per il Cinema, con il sostegno dell’Istituto Luce, del Ministero della Solidarietà Sociale, del Comune di Spilimbergo e con il patrocinio di sponsor importanti come Nokia, Cinemeccanica, Fiat, prevede tre giorni densi di iniziative importanti legate all’affascinante mondo del cinema. Venerdì 1° giugno e sabato 2, il Palazzo La Loggia in piazza Duomo, ospiterà dalle ore 10.30 alle ore 18.30, la mostra fotografica in bianco e nero sulle arti e i mestieri di Cinecittà. Particolarmente ricco il programma di domenica 3 giugno.

In piazza del Duomo, a partire dalle ore 21, la serata si aprirà con un cinegiornale d’epoca con filmati originali provenienti dall’Archivio dell’Istituto Luce, quindi dalle ore 21.10, sarà proiettato gratuitamente Il colore della libertà – Goodbye Bafana, film in concorso al 57° Festival Internazionale del Cinema di[img_assist|nid=6848|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=428] Berlino, per la regia di Bille August e con interpreti del calibro di Joseph Fiennes, Tennis Haysbert e Diane Kruger, La pellicola, ispirata alle memorie del carceriere di Nelson Mandela, racconta, in maniera molto sobria, il rapporto di amicizia che si instaurò tra questi due uomini, sullo sfondo di un Sud Africa devastato dall'Apartheid e qui visivamente e storicamente illustrato in modo ineccepibile. A chiudere la serata I sogni nel mirino, documentario sulla straordinaria figura di Sergio Leone.

La manifestazione nel suo viaggio non esporterà solo spettacolo, ma anche un messaggio di solidarieta' rivolto all'integrazione sociale dei cittadini stranieri in Italia.

Si ricorda che in caso di maltempo le proiezioni si svolgeranno al Cinema Teatro Miotto.