Fabio Caon – Un professore cantautore a Ca’ Foscari

Uni VE
Il progetto “Parole in viaggio"

 VENEZIA - A Sanremo ha vinto un professore, Roberto Vecchioni, e a Ca' Foscari un professore ha intuito le potenzialità della canzone d'autore per l'insegnamento della lingua italiana agli stranieri utilizzando canzoni scritte da lui.

 L'obiettivo è quello di far leva sulle motivazioni profonde degli studenti e sui linguaggi a loro più familiari per facilitare l'apprendimento.

Fabio Caon, docente a contratto di Didattica della Letteratura e della comunicazione interculturale presso l'Ateneo veneziano ha elaborato il Progetto Parole in viaggio nato nel Laboratorio ITALS dell'Università Ca' Foscari (www.itals.it) e ha composto canzoni specifiche per la didattica dell'italiano (sotto la direzione artistica del M° Francesco Sartori , autore di successi, tra gli altri, scritti per Bocelli e Nannini) raccogliendole poi in un CD-libro. 

Attraverso le attività didattiche  basate sulle canzoni orginali di Caon, si può imparare grammatica, cultura e letteratura italiana attraverso l'ascolto delle canzoni e, oltre a questo, vengono anche proposte attività interculturali e creative (tradurre i brani in altre lingue e ricantarli, fotografare, realizzare video, dipingere sulla base delle suggestioni della canzone,  ecc.). 

L'aspetto maggiormente innovativo è il connubio libro-cd e un sito (http://paroleinviaggio.itals.it/ ), dove gli studenti e i docenti possono ascoltare e scaricare alcune canzoni per poi lavorare a scuola. Possono poi realizzare attività creative, inserirle nel sito e condividerle con studenti di italiano di tutto il mondo. Alcune canzoni, ad esempio, sono state tradotte e ricantate da studenti in Latino, Inglese, Wolof, Bulgaro, Rumeno, Francese, Hindi, Macedone, Spagnolo, Portoghese, Tedesco. Il progetto punta sul fatto che gli studenti, imparando, possano anche far emergere i loro talenti e le loro competenze le persone si divertano e siano protagoniste.

Da poco, Caon ha aggiunto con grande successo anche la novità delle lezioni concerto, conferenze su un tema in cui si alternano momenti di lezione tradizionale su alcuni temi come i 150 anni dell'Unità d'Italia, l'educazione interculturale, la storia del cantautorato italiano a momenti musicali con un gruppo dal vivo. Il risultato emerso dai concerti fatti in Italia e all'estero (Francia, Grecia, Slovenia,  Olanda)  sono stati estremamente incoraggianti proprio per l'unione tra emozione, divertimento e rigore dei contenuti culturali presentati.

Nessuno aveva fatto questo a livello universitario, aveva cioè cercato in maniera scientifica di insegnare una lingua lavorando su una gamma di possibilità così ampia e diversificata, raggiungendo attraverso l'uso delle canzoni d'autore l'aspetto cognitivo e l'aspetto emozionale. Le canzoni mantengono in equilibrio un fine didattico e un aspetto artistico in un connubio tra musica e lingua assolutamente innovativo che si arricchisce dell'espressività dei ragazzi.

Il Progetto ha attirato l'attenzione del Ministero degli Affari Esteri che ha lanciato un concorso di scrittura creativa indirizzato alle scuole italiane all'estero proprio utilizzando le canzoni del cd libro "Parole in viaggio". I ragazzi hanno dovuto riscrivere i testi di alcune canzoni e  ricantarle per poi caricarle in un sito in cui sono state votate le versioni preferite.

Il concorso si è concluso a gennaio 2011 ed è stato vinto dal Liceo Scientifico Italiano Paritario "Leonardo da Vinci" del Cairo e dal liceo Linguistico, del collegio italiano Antonio Raimondi di Lima, Perù. 

"Il progetto Parole in viaggio è nato per facilitare l'apprendimento della lingua, di aspetti della cultura e della letteratura italiana attraverso le canzoni che interessano e attraggono soprattutto i giovani", afferma Fabio Caon, " sensibilizzando anche su alcuni temi come sicurezza stradale (ed è in questa direzione la collaborazione con l'associazione "meno velocità più vita" di Bologna del Prof. Elio Celone) ed educazione interculturale. L'obiettivo è coinvolgere i ragazzi in modo nuovo, permettendo loro di esprimersi creativamente. 

Gli studenti trovano nel cd e nel sito le basi delle canzoni e, da soli o con i loro docenti, possono scaricarle, ricantarle, tradurle, farne video musicali, coreografie, fotoromanzi e quanto il loro ingegno e la loro creatività possano inventare".