I vincitori delle Olimpiadi delle Neuroscienze in Friuli Venezia Giulia

Pocket News

TRIESTE - Erik Betz, Teresa Spanò e Valentina Serantoni: sono i tre studenti che oggi hanno vinto la gara regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze. I primi due vengono da Trieste, dal Liceo Scientifico G. Galilei, mentre Valentina è di Gorizia, del Liceo Classico Dante Alighieri.

Assieme ad altri 50 loro coetanei provenienti da tutta la regione, i tre ragazzi hanno passato una mattinata piena di emozioni, di vittorie e delusioni, di nervi saldi e soprattutto tanto buon umore. Presso lo Spazio Villas del Parco di San Giovanni a Trieste hanno risposto a domande, cruciverba e quiz su questioni che spaziano dalla neuroanatomia alla diagnosi di malattie, dalla chimica agli effetti di sostanze stupefacenti sul sistema nervoso.
La competizione, che Trieste ha ospitato per il quarto anno, ha come scopo quello di avvicinare i giovani alle neuroscienze, permettendo loro di entrare in contatto con gli stimoli e le possibilità che questa materia offre.

Le Olimpiadi delle Neuroscienze sono organizzate in Italia dal Centro interdipartimentale per le Neuroscienze BRAIN dell'Università di Trieste, dal Science Centre Immaginario Scientifico e dall'Università di Trento, con la collaborazione della Società Italiana di Neuroscienze e del Comitato per la Promozione delle Neuroscienze,.

I tre “cervelli” accedono ora alla gara nazionale, che quest'anno si svolgerà all'Università di Trento, dal 19 al 21 aprile. Attraverso quest'ultima gara verrà designato il vincitore delle Olimpiadi italiane delle Neuroscienze, che in luglio parteciperà alla International Brain Bee Competition, che si svolgerà a Vienna, Austria, il 21-26 settembre 2013, in occasione del World Congress of Neurology, dove sfiderà gli altri campioni provenienti dalle otto nazioni partecipanti.

Info: events.unitn.it/olimpiadi-neuroscienze