L'Italia unita dalla scienza fa tappa anche all'Università di Trento

Pocket News

TRENTO -  Passa anche dall'Università di Trento il viaggio simbolico L'Italia unita dalla Scienza che venerdì 15 marzo coinvolgerà 20 regioni italiane e 41 atenei europei con Unistem Day 2013, giornata per le scuole superiori dedicata alla passione scientifica di Rita Levi-Montalcini e, in particolare, alla ricerca sulle cellule staminali.

L'evento - che si svolge in contemporanea nei vari atenei - nasce con l'intento di stimolare nei giovani un interesse o magari far loro scoprire una vocazione per la scienza e la ricerca scientifica, a partire dai temi e dai problemi affrontati nell'ambito degli studi sulle cellule staminali. Attraverso lezioni, discussioni, filmati, visite ai laboratori ed eventi ricreativi, i ragazzi potranno avvicinare contenuti e metodi della scienza e scoprire inoltre che la ricerca scientifica può essere divertente e favorire relazioni personali e sociali.

L'edizione del 2013 sarà ancora una volta caratterizzata dal valore dell'unità, dell'essere e del lavorare "insieme" su scala nazionale. Inoltre, per la prima volta, la giornata coinvolge 7 atenei di altri Paesi d'Europa, tra Spagna e Regno Unito. L'iniziativa è organizzata da UniStem, centro di ricerca sulle cellule staminali dell'Università degli Studi di Milano (www.unistem.it) ed è svolto in cooperazione con il CTU, centro per la didattica multimediale ed e-learning dell'Università degli Studi di Milano (www.ctu.unimi.it)

A Trento l'iniziativa è coordinata da Yuri Bozzi e Simona Casarosa del CIBIO, Centro interdipartimentale per la Biologia Integrata dell'Università di Trento e si terrà nell'aula A104 del polo scientifico e tecnologico Fabio Ferrari (Povo - Via Sommarive, 5).
Gli studenti delle scuole superiori trentine interessati possono inviare un'e-mail all'Ufficio Orientamento dell'Università di Trento (orienta@unitn.it). Si tratta degli ultimi posti liberi per partecipare alla giornata.

Il programma si apre alle 9 con un filmato e il benvenuto ai ragazzi da parte di Alessandro Quattrone, direttore del CIBIO. Quindi Simona Casarosa (CIBIO) interverrà su Da Gurdon a Yamanaka - La storia del Nobel per le staminali. Paolo Malatesta (Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, Genova) illustrerà poi Una scoperta che ha cambiato il destino di una cellula (e anche di un ricercatore.). I lavori, dopo un intervallo, riprenderanno alle 11.15 con introduzione, proiezione e discussione aperta a tutti i partecipanti del filmato Stem Cell Revolutions. La conclusione è prevista entro le 12.30.

Info: http://events.unitn.it/italia-unita-scienza