Nasce UNIVENETO, alleanza federativa fra i quattro atenei del Veneto

Uni VE
Riunirà Padova, Verona e gli atenei veneziani

 VENEZIA – «Con la firma dell’atto costitutivo e dello Statuto davanti al notaio è nata ufficialmente ieri sera Univeneto a cui Ca’ Foscari e io abbiamo creduto e lavorato da subito.

Siamo i primi in Italia a creare e rendere operativa una struttura di coordinamento regionale delle attività universitarie» spiega il rettore di Ca’ Foscari Carlo Carraro commentando l’ultimo passo che segna la nascita ufficiale dell’alleanza federativa fra i quattro atenei del Veneto (Università Ca’ Foscari di Venezia, IUAV Venezia, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Verona).

«Univeneto ha iniziato il suo percorso un anno e mezzo fa e lo scorso luglio ha visto lo Statuto approvato dal Miur – spiega Carraro, da subito in prima linea nel tratteggiare e stendere il progetto Univeneto – Ora consentirà di unire le forze delle quattro università venete nel campo della didattica e della ricerca per fornire un servizio migliore agli studenti. Penso ai dottorati veneti che sono già una realtà e che hanno visto una crescita netta del numero di iscritti da un anno all’altro, a riprova della bontà dell’intuizione di lavorare assieme. Ma anche all’alta formazione (Univeneto è in procinto di entrare con un ruolo importante nel Cuoa) o alla formazione per gli insegnanti per la quale siamo già operativi, solo per fare alcuni esempi».

Secondo Carraro «Univeneto è un importantissimo strumento perché le istituzioni regionali e le imprese del territorio possano sostenere fattivamente la ricerca e la formazione in Veneto – spiega – E’ una struttura che in questo modo può diventare uno dei principali motori dello sviluppo del Veneto del futuro. Nel difficile contesto economico che stiamo vivendo è una delle strade già pronte da imboccare per razionalizzare risorse e ottenere risultati concreti per mantenere la nostra regione e i nostri giovani al passo con i tempi e competitivi nel mercato globale».

 

 

Tags: